Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 19 Maggio |
San Crispino da Viterbo
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Rifugiati accolti: “Come se avessimo incontrato degli angeli”

Rodziny uchodźców przybywają do Polski

Karol Porwich/East News

Jarosław Kumor - pubblicato il 29/03/22

Intervista a una madre di famiglia polacca: “Durante il loro soggiorno con noi, il loro isolato è stato bombardato e il loro appartamento distrutto... Li abbiamo accolti, abbiamo pregato insieme. Questa è la nostra testimonianza”

Justyna Gorce-Bałut, madre, moglie e docente alla Scuola Internazionale di Bydgoszcz, in Polonia, cattolica del Cammino Neocatecumenale, spiega la sua esperienza di accoglienza dei rifugiati in un’intervista che colpisce.

Avete accolto delle persone dall’Ucraina per qualche giorno. Com’erano i vostri rapporti?

Ci siamo concentrati sul fatto di offrire aiuuto immediato a queste persone. Non c’è stato praticamente tempo per un rapporto più stretto.

Quando eravamo insieme in casa, i bambini facevano molto rumore, correvano…, e quindi era difficile trovare un momento più tranquillo.

Abbiamo accolto una giovane nonna con una figlia di 16 anni e i nipoti, figli della sua seconda figlia. Sono arrivati da noi quattro giorni dopo l’inizio della guerra.

Abbiamo accettato senza avere idea di quello che ci aspettava

Quando ci siamo impegnati nella classificazione delle donazioni e nel loro imballaggio, preparando i camion che partivano con gli aiuti, qualcuno ci ha chiamati per chiederci se potevamo alloggiare una famiglia. Abbiamo accettato, senza avere idea di quello che ci aspettava.

Perché solo per pochi giorni?

È risultato che anche la madre di questi bambini aveva già attraversato la frontiera e stava da qualche parte in Polonia, e quindi abbiamo iniziato a cercarla.

Abbiamo scoperto che aveva ottenuto alloggio e cibo gratuiti a Danzica per i primi due o tre mesi, per cui sembrava un’opzione più stabile e sicura per loro, ancor più sapendo che per ora sarebbero rimasti in Polonia.

Durante il loro soggiorno con noi, è saltato fuori che il loro isolato era stato bombardato e il loro appartamento distrutto.

Preghiera per la salute e per la pace

Dovevano aver vissuto un trauma. Era possibile, in queste condizioni, dare in qualche modo una testimonianza di fede, pregare insieme?

All’inizio abbiamo detto loro che andavamo in chiesa il sabato pomeriggio o la domenica, che vi tenevamo riunioni della nostra comunità [neocatecumenale, nota dell’autore], che ci sarebbero stati motli bambini, molte famiglie, e che saremmo stati felici se fossero venuti con noi.

Non conoscevamo le loro esperienze con la Chiesa. Sapevamo che erano stati battezzati, e quindi avevano esperienza di qualche tradizione cristiana.

Abbiamo pregato insieme prima dei pasti, e in questa preghiera c’erano richieste dei bambini – per la salute o per la pace. I nostri invitati non ne sono rimasti affatto infastiditi. Hanno partecipato alla preghiera.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
guerrapoloniarifugiatiucraina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni