Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 30 Settembre |
San Girolamo
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

La Chiesa greco-cattolica e Putin – Spadaro critica Biden – & altro…

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
Russian-President-Vladimir-Putin-AFP

KAY NIETFELD / DPA / DPA PICTURE-ALLIANCE VIA AFP

i.Media per Aleteia - pubblicato il 28/03/22 - aggiornato il 28/06/22

Ogni giorno, Aleteia offre una selezione di articoli scritti dalla stampa internazionale sulla Chiesa e le questioni principali che preoccupano i cattolici nel mondo. Le opinioni e i punti di vista espressi in questi articoli non sono quelli degli editori

Lunedì 28 marzo 2022

1 – Cosa può dirci la Chiesa greco-cattolica su Vladimir Putin?

2 – Padre Spadaro critica l’uso di Giovanni Paolo II da parte di Joe Biden

3 – India: quando la religione non è la libertà di credere, ma un focolaio di indottrinamento

4 – I cattolici cinesi lottano contro la pandemia che infuria

5 – In Terra Santa, un’applicazione per coinvolgere i giovani nel Sinodo

1 – Cosa può dirci la Chiesa greco-cattolica su Vladimir Putin?

Invitando Sua Beatitudine Borys Gudziak, rappresentante della Chiesa greco-cattolica ucraina negli Stati Uniti, l’Università di Notre Dame sta compiendo un gesto di solidarietà nei confronti dell’Ucraina. Il sito di notizie cattolico Crux nota che l’arcivescovo ucraino potrebbe offrire spunti per affrontare quello che la storica esperta in Russia Jane Burbank descrve sul New York Times come l’origine delle ambizioni di Putin: l’eurasiatismo. Questa concezione della Russia, ispirata dall’impero mongolo di Genghis Khan, prevede il ripristino di un impero eurasiatico ed è basata sull’idea di un posto specifico del gruppo etnico russo nella storia. Il fatto che questo concetto venga fatto proprio al massimo livello a Mosca potrebbe suggerire che Vladimir Putin non intenda fermarsi all’Ucraina.

Crux, inglese

New York Times, inglese

2 – Padre Spadaro critica l’uso di Giovanni Paolo II da parte di Joe Biden

Padre Antonio Spadaro, gesuita direttore de La Civiltà Cattolica, mette in guardia sul quotidiano La Stampa sull’uso della retorica religiosa a scopi politici. A suo avviso, l’utilizzo da parte del Presidente statunitense Joe Biden della famosa citazione di Giovanni Paolo II “Non abbiate paura” durante un discorso a Varsavia è stato decisamente inappropriato. Padre Spadaro nota che il Presidente ha dimenticato di citare il resto della frase del Pontefice: “Aprite, spalancate le porte a Cristo!” Chiedendo che le dichiarazioni religiose non vengano trasformate in discorsi politici, ha dichiarato che la retorica di Biden non è cristiana.

La Stampa, italiano

3 – India: quando la religione non è la libertà di credere, ma un focolaio di indottrinamento

I dibattiti sul velo islamico non cessano in India, dopo che alcune studentesse che indossavano l’hijab hanno protestato contro la loro scuola, che aveva detto loro che non potevano coprirsi il volto in un istituo pubblico. Il gesuita padre Myron J. Pereira, accademico, giornalista ed editore con base a Mumbai, ha offerto la sua opinione in un articolo su UCANews. P. Pereira sottolinea che “le ragazze in questione vogliono orgogliosamente asserire la propria identità in una società caratterizzata in modo crescente dall’induismo” e in cui le minoranze vengono sempre più messe da parte. Ad ogni modo, riconosce anche che spesso la religione viene sfruttata per giustificare la copertura del corpo femminile quando gli uomini sentono minacciato il loro posto in una società. Il sacerdote si chiede se questi dibattiti riguardino “il diritto di scelta di una donna” o “una questione di identità comunitaria”. “Mentre l’India si allontana lentamente dai valori costituzionali del secolarismo, della democrazia e dell’uguaglianza davanti alla legge, quello che si profila non è la libertà, ma asservimento a valori arcaici e feudali. La religione viene invocata non come libertà di credere e dissentire, ma come focolaio di indottrinamento e rigidità”, conclude p. Pereira.

UCANews, inglese

4 – I cattolici cinesi lottano contro la pandemia che infuria

Due anni dopo, gli stessi titoli, le stesse immagini, gli stessi messaggi… Il Covid-19 sta ancora una volta infuriando nella Cina sud-orientale. Questa volta, i cattolici sono in prima linea nella lotta contro una nuova epidemia. Oltre a formare sulle misure di contenimento, la Chiesa è fortemente coinvolta nell’assistenza medica. I sacerdoti hanno guidato team di volontari per condurre test medici e mantenere centri di isolamento, le suore si sono unite ai centri di sostegno, e sulle reti sociali i giovani cattolici continuano a diffondere messaggi sulla consapevolezza della situazione sanitaria.

UCANews, inglese

5 – In Terra Santa, un’applicazione per coinvolgere i giovani nel Sinodo

Il 23 marzo, il Patriarcato Latino di Gerusalemme ha lanciato ufficialmente la “Synod App” per far sentire la voce dei fedeli cattolici nel percorso sinodale. “Qual è la Chiesa dei vostri sogni? Mandate un messaggio a Papa Francesco!”, invita l’app, su cui si possono registrare un messaggio di 30 secondi e un breve testo. Un team locale studierà i messaggi dei fedeli fino all’estate 2022. Con questa piattaforma, gli ordinari cattolici di Terra Santa sperano di raggiungere le giovani generazioni disinteressate al processo desiderato dal Papa per il biennio 2021-2023. “Dobbiamo convincere i giovani del fatto che la Chiesa ha bisogno di questa liberazione della parola, che se c’è qualcosa che non apprezzano possono avviare un movimento per il cambiamento”, ha affermato padre Piotr Zelazko, vicario patriarcale della comunità cattolica di lingua ebraica, che ha ideato l’applicazione.

Terre Sainte Magazine, francese

Il resto dell'articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus

Sei già membro? Per favore, fai login qui

Gratis! - Senza alcun impegno
Puoi cancellarti in qualsiasi momento

Scopri tutti i vantaggi

Aucun engagement : vous pouvez résilier à tout moment

1.

Accesso illimitato a tutti i nuovi contenuti di Aleteia Plus

2.

Accesso esclusivo per pubblicare commenti

3.

Pubblicità limitata

4.

Accesso esclusivo alla nostra prestigiosa rassegna stampa internazionale

5.

Accedi al servizio "Lettera dal Vaticano"

6.

Accesso alla nostra rete di centinaia di monasteri che pregheranno per le tue intenzioni

Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Tags:
antonio spadarojoe bidenrassegna stampa internazionalevladimir putin
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni