Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 03 Ottobre |
San Francesco Borgia
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Non indovinerete mai quale sia il problema più grande che affrontano oggi i monasteri!

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
DOMINICAN,NUN

Jeffrey Bruno

Matilde Latorre - pubblicato il 19/03/22

Parla p. Juan Carlos Ortega, direttore del Pontificio Istituto Claune, dedicato all'aiuto alle monache e ai monaci che consacrano la loro vita a Dio nella preghiera

Il problema più grande che affrontano oggi i monasteri, sia di monache che di monaci, non è la mancanza di denaro, e nemmeno di giovani che vogliono consacrare la propria vita a Dio.

La grande sfida dipende dall’insensibilità, sia della società che della Chiesa stessa, avverte il sacerdote Juan Carlos Ortega L.C.

E sa bene di cosa parla, perché da due anni è il direttore del Pontificio Istituto Claune (“Clau”, come “claustro”, “chiostro” in spagnolo, e “ne” in riferimento a “necessità”), eretto dalla Santa Sede per prestare aiuto ai monasteri di clausura bisognosi e promuovere la vita contemplativa, soprattutto in Spagna.

L’istituto è nato nel 1951 grazie all’impegno di un ingegnere, Antonio Mora, che si è mobilitato di fronte alle necessità che sperimentava un monastero. È stato l’inizio di un’opera sistematica di aiuto ai monasteri.

P. Juan Carlos, che porta avanti quest’opera senza la quale molte monache e molti monaci non potrebbero sopravvivere, rivela in questa intervista concessa ad Aleteia le sfide che affrontano i monasteri.

Qual è la funzione di Claune?

La finalità è aiutare a livello spirituale e materiale la vita contemplativa. La Chiesa distingue varie forme di consacrazione a Dio nella vita religiosa: la vita attiva e la vita contemplativa. 

In realtà, tutti i consacrati devono essere contemplativi, e tutti attivi. La distinzione tra consacrati “contemplativi” e consacrati “di vita attiva” o “apostolica” si concentra sul modo in cui vivono il loro rapporto con Dio e con gli altri.

Anche tra i consacrati di “vita contemplativa” ci sono alcune differenze. C’è ad esempio la vita claustrale, ovvero la vita dei monasteri, che si riuniscono in un chiostro (monastero). Hanno certamente un rapporto con la società, ma lo vivono all’interno del monastero. È una vita più nascosta. Lì vivono tutta la loro missione e tutta la loro preghiera.

JUAN CARLOS ORTEGA

Esiste poi la vita contemplativa che non è monastica: consacrati a Dio che vivono in monastero e sono aperti ad accogliere persone, ad esempio, perché possano formarsi.

Il resto dell'articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus

Sei già membro? Per favore, fai login qui

Gratis! - Senza alcun impegno
Puoi cancellarti in qualsiasi momento

Scopri tutti i vantaggi

Aucun engagement : vous pouvez résilier à tout moment

1.

Accesso illimitato a tutti i nuovi contenuti di Aleteia Plus

2.

Accesso esclusivo per pubblicare commenti

3.

Pubblicità limitata

4.

Accesso esclusivo alla nostra prestigiosa rassegna stampa internazionale

5.

Accedi al servizio "Lettera dal Vaticano"

6.

Accesso alla nostra rete di centinaia di monasteri che pregheranno per le tue intenzioni

Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
clausuradifficoltàmonasteri
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni