Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 07 Ottobre |
BVM “Regina delle vittorie”
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Era avvocato, e a Medjugorje si è sentito chiamato al sacerdozio

DAMIA TARRAGO

Cortesía

Merche Crespo - pubblicato il 11/03/22

Qualche anno fa, Damià è stato ordinato diacono dopo 15 anni di avvocatura. La preghiera e la musica nel gruppo Regina della Pace lo hanno aiutato a scoprire la sua nuova strada

Damià Tarragó è il maggiore di quattro fratelli di una famiglia di Sarral, un paese vicino Tarragona (Spagna). Sia a scuola che a casa è stato educato nella fede e nelle abitudini cristiane.

A 18 anni ha iniziato la formazione universitaria a Pamplona, dove ha studiato Giurisprudenza, completando il suo iter con altri studi di Criminologia e un post-lauream in Diritto d’impresa.

Qualche anno fa, però, ha lasciato tutto per entrare in seminario.

Abbiamo parlato con lui della sua vocazione e di come essere fedeli alla chiamata di Dio.

DAMIA TARRAGO

Dopo aver studiato Diritto e Criminologia e un post-lauream in Diritto d’impresa, ti sei dedicato per 15 anni all’avvocatura. Cos’è accaduto in seguito per farti lasciare tutto?

C’è stato un momento in cui ho sperimentato in modo molto intenso la presenza di Dio nella mia vita, e allora sono stato pienamente consapevole del fatto che Dio mi amava e aveva una vocazione per me.

Una volta identificata questa vocazione l’ho seguita, all’inizio un po’ cauto. Presto ho iniziato a mettere tutto nelle mani del Signore.. che potevo fare altrimenti?

Quello che mi chiedeva era troppo grande per me, visto che implicava il fatto di lasciarmi alle spalle anni di studi e di vita professionale.

Quando si scopre la chiamata di Dio, però, niente di quello che si lascia, anche se apparentemente ha un valore enorme, si può paragonare a questa, nonostante le difficoltà che emergono nel cammino.

Questa chiamata a diventare sacerdote si è verificata in un momento concreto o è stato un iter lungo?

È stata il risultato di un processo che nel mio caso è iniziato rendendomi conto che quello che stavo facendo, anche se sembrava tutto perfetto, in realtà non lo era.

E allora ho messo in discussione la mia realtà, e ho voluto scoprire il senso della mia vita. “Se mi piace quello che faccio, perché non mi sento pienamente felice?”

Nel momento in cui sono stato consapevole di non esserlo, mi sono chiesto se c’era qualcosa che potesse rendermi davvero felice.

Alla fine ho scoperto la vocazione che Dio aveva preparato per me. Dipende da ciascuno il fatto di accettare o meno la proposta che Dio presenta sotto forma di vocazione. Io l’ho accettata.

Che ruolo ha avuto la Vergine Maria in questo processo?

È stata determinante. Mi ha sempre accompagnato. Alla fine, è stato durante un pellegrinaggio a Medjugorje che ho potuto scoprire definitivamente la mia vocazione.

DAMIA TARRAGO

Lei è sempre stata molto presente nella mia vita, visto che fin da quando ero piccolo mio padre, che nutriva un amore profondo per Maria, e mia madre hanno insegnato a me e ai miei fratelli questa bellissima devozione.

Maria è sempre attenta a ciascuno dei suoi figli. Posso testimoniarlo con certezza.

Negli ultimi anni hai fatto parte di un gruppo di musica e preghiera, “Reina de la Paz Musics”, che ha dedicato molte ore all’adorazione e alla preghiera di fronte al Santissimo. Stare davanti al tabernacolo, accanto a Gesù sacramentato, ti ha aiutato a scoprire Dio, a sentirti scelto da Lui e a discernere la tua vocazione?

Come ho detto prima, è stato proprio durante un’adorazione eucaristica a Medjugorje che ho potuto vedere chiaramente cosa mi stava proponendo Dio.

DAMIA TARRAGO

Da quel momento ho riposto la mia fiducia in Lui, e col tempo ho potuto solo confermare che la mia decisione di seguire la vocazione che Dio mi proponeva è stata la migliore.

Grazie alla musica e ai canti ho potuto anche aiutare altri a trovare la strada verso Dio e a vivere questa esperienza che ho avuto la fortuna di sperimentare.

Avere il coraggio di dire “Sì”

Credi che la mancanza di vocazioni sia dovuta al fatto che Dio non chiama o che siamo noi a non sentire bene?

Dio chiama sempre. Chiama tutti noi ad essere santi. Questa è la grande vocazione di essere seguaci di Gesù.

In base alla propria vocazione, ciascuno compirà in un modo o nell’altro questo cammino di santità.

Nel mio caso, la chiamata è stata al ministero sacerdotale, ma ci sono altri modi per seguire questo cammino: il matrimonio, la vita consacrata, l’impegno laicale…

Bisogna stare attenti, discernere bene e avere il coraggio di dire “Sì”.

A tuo avviso, come potremmo avvicinare di più bambini, giovani e famiglie a Dio?

Sinceramente, credo che l’importante sia essere autentici testimoni di Cristo nella nostra società, nella nostra famiglia, nel nostro contesto lavorativo… e come Suoi testimoni, mostrare il grande amore che nutre per noi, soprattutto per i più giovani.

Essere coerenti con la nostra fede, essere coraggiosi e autentici – credo che sia la questione sia questa.

  • 1
  • 2
Tags:
medjugorjevocazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni