Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 26 Settembre |
Santi Cosma e Damiano
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

I Papi che hanno provato a fermare la guerra in Europa

Tactical training east of Ukraine border

EyePress via AFP

Ary Waldir Ramos Díaz - pubblicato il 22/02/22

Un conflitto “ad portas” dell'Europa. L'Occidente continua il suo tira e molla con la Russia. Papa Francesco: “È molto triste”

“I bambini che giocano alla guerra si fanno beffe del diavolo”, diceva una nonna saggia. Agli adulti leader di Paesi cristiani che in queste settimane giocano con il fuoco, Papa Francesco ha ricordato che con lo Spirito di Gesù possiamo rispondere al male con il bene.

Il Papa denuncia la guerra “a rate” a causa di interessi economici e geopolitici e di forze contrapposte, al di là del conflitto tra le forze ucraine e i ribelli filorussi che persiste dal 2014 e ha provocato circa 14.000 vittime.

Il Pontefice chiede ai Paesi cristiani coinvolti in un tira e molla per evitare un’invasione dell’Ucraina e una guerra “alle porte dell’Europa” di agire coerentemente con la loro fede.

“Possiamo amare chi ci fa del male. Così fanno i cristiani. Com’è triste, quando persone e popoli fieri di essere cristiani vedono gli altri come nemici e pensano a farsi guerra! È molto triste”, ha affermato (20.02.2022).  

Da Benedetto XV, Pio XII, Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI al Papa latinoamericano, la voce dei Successori di Pietro si sono opposte agli orrori della guerra, e invariabilmente non sono state ascoltate.

La tendenza è l’“indifferenza” con cui gli interventi del Magistero Pontificio vengono accolti in qualsiasi momento della storia quando si tratta di fermare una guerra. 

Paolo VI 

Paolo VI denunciava le “acute divergenze” tra vari Paesi. Noi adulti perdiamo facilmente la memoria, e per questo il 262° Papa ricordava il male della guerra, ad esempio quando si commemorava il 50° anniversario della I Guerra Mondiale e il 25° della II (26.08.1964). 

Montini si presentò agli uomini di “buona volontà” chiedendo di ascoltare la sua “umile voce”, di “fratello” e di “padre”, mentre evocava il ricordo di due terribili guerre, non per proiettare sul mondo attuale fantasmi inutili e tenebrosi, ma per estendere agli uomini un invito a riflessioni “prudenti e responsabili”.

  • 1
  • 2
Tags:
guerrapapato
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni