Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 23 Maggio |
San Desiderio da Genova
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Come vedere che Dio ti sceglie anche se ti senti un disastro?

DOWCIPY

Dean Drobot | Shutterstock

padre Carlos Padilla - pubblicato il 25/01/22

Le cose smettono di incastrarsi quando non mi sento amato, scelto, inviato da nessuno, quando non ho una missione concreta da realizzare, ma all'improvviso la scelta cambia tutto

La scelta è un dono. Dio sceglie. Gesù sa di essere scelto, chiamato, inviato. Questa consapevolezza Lo fa sentire amato da Dio.

La scelta è sempre espressione d’amore. So di essere chiamato, scelto, voluto, e tutto intorno a me cambia. La vita ha un senso.

Le cose smettono di incastrarsi quando non mi sento amato, scelto, inviato da nessuno, quando non ho una missione concreta da realizzare.

All’improvviso, però, la scelta cambia tutto. Diceva San Giovanni Paolo II:

“L’uomo è chiamato a una pienezza di vita che va ben oltre le dimensioni della sua esistenza terrena, poiché consiste nella partecipazione alla vita stessa di Dio. L’altezza di questa vocazione soprannaturale rivela la grandezza e la preziosità della vita umana anche nella sua fase temporale. La vita nel tempo, infatti, è condizione basilare, momento iniziale e parte integrante dell’intero e unitario processo dell’esistenza umana. Un processo che, inaspettatamente e immeritatamente, viene illuminato dalla promessa e rinnovato dal dono della vita divina, che raggiungerà il suo pieno compimento nell’eternità (cf. 1 Gv 3, 1-2). Nello stesso tempo, proprio questa chiamata soprannaturale sottolinea la relatività della vita terrena dell’uomo e della donna. Essa, in verità, non è realtà «ultima», ma «penultima»; è comunque realtà sacra che ci viene affidata perché la custodiamo con senso di responsabilità e la portiamo a perfezione nell’amore e nel dono di noi stessi a Dio e ai fratelli”.

(Evangelium Vitae, n. 2)

Ora

Assumo la temporaneità dei miei giorni e la ripercussione eterna delle mie azioni. Quello che scelgo finisce per cambiare la realtà in una direzione o nell’altra.

Rendo realtà quello che sogno o getto alle ortiche ciò che desidero. E così si gioca la vita tra un oggi e un domani.

Tra un desiderio che pretende di diventare realtà e una vita limitata nella quale mi muovo.

Ed è così che passano i giorni. Mi sfuggono tra le dita.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni