Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 23 Maggio |
San Desiderio da Genova
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Cardinale di San Paolo: “La fede non è un fanatismo cieco”

Georges Lemaitre

Public Domain

Georges Lemaitre e Albert Einstein al California Institute of Technology, Gennaio 1933

José Miguel Carrera - pubblicato il 22/01/22

“La fede ha argomentazioni, ha motivi. È adesione del cuore, della volontà, dei sentimenti e dell'intelligenza”

La fede non è un fanatismo cieco, ha affermato giovedì 20 gennaio il cardinale arcivescovod i Sna Paolo (Brasile), monsignor Odilo Pedro Scherer, durante la sua partecipazione al programma Encontro com o Pastor, della radio arcidiocesana 9 de Julho. La conversazione ha ruotato intorno ai martiri San Fabiano e San Sebastiano, “un Papa e un soldato” delle origini della storia della Chiesa.

Papa San Fabiano è sttato vittima della persecuzione dell’imperatore Diocleziano, che pretendeva di estirpare il cristianesimo. San Sebastiano era un soldato dell’impero, ma ha abbracciato la fede cristiana, e per questo è stato perseguitato e martirizzato.

Come registrato dal portale O São Paulo, monsignor Scherer ha commentato sul primo: “Il Papa è colui che riunisce la vera Chiesa intorno a sé”, dichiarando sul secondo: “Ha preferito la morte ad abbandonare la sua fede. Un soldato che ha deciso di obbedire al vero Signore e non al suo capo sulla Terra”.

Per il porporato, San Sebastiano offre la testimonianza di chi “ha ben chiaro ciò in cui crede. Non è fanatico, non è una persona che non sa cosa dice, non sa cosa crede e dice soltanto sciocchezze”.

È stato in questo contesto che monsignor Scherer ha dichiarato che la vera fede non è un fanatismo cieco, perché si basa sulla ragione aperta al mistero:

“La fede non è un fanatismo cieco, non è una superstizione; ha argomentazioni, ha motivi. La fede continua ad essere un’adesione del cuore, della volontà, dei sentimenti e dell’intelligenza. C’è qualcosa che supera l’intelligenza, i sentimenti e la volontà, ed è proprio il mistero soprannaturale di Dio, che è più grande di noi”.

Questa fede, ha concluso il cardinale, è un’esperienza personale:

“Questa esperienza personale coinvolge la vita e la riempie di luce, di percezione e senso. Per questo, la fede è un’adesione salda al mistero di Dio, al mistero soprannaturale, che ci trascende, permettendoci però di conoscere molte cose di questo mistero della fede”.

Tags:
cardinalefanatismofede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni