Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 07 Ottobre |
BVM “Regina delle vittorie”
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Il Vaticano: i veggenti di Medjugorje non hanno malattie mentali

medjugorje video veggente vicka fake falso

I veggenti di Medjugorje nel periodo delle prime apparizioni.

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 18/01/22

Lo rivelano i documenti esclusivi dell’ultimo libro del giornalista David Murgia

I veggenti di Medjugorje sono credibili. E non sono persone affette da disturbi mentali. Lo ha stabilito la Commissione internazionale d’inchiesta del Vaticano, che ha esaminato i veggenti tra il 2011 e il 2012. Come si è giunti a questa esclusione? Lo svela in esclusiva l’ultimo libro del giornalista David Murgia, “Processo a Medjugorje” (Rubettino)

Un psicoanalista

All’interno della Commissione di Inchiesta, scrive Murgia, è stato inserito un Membro specializzato in psicoanalisi sul piano dell’esperimento e della terapia. Questo ha permesso che quindi gli stessi veggenti – e la stessa dottoressa testimone dei primi eventi – fossero studiati e analizzati anche sotto questo punto di vista. 

medjugorje
La salita sul Podbrdo, dove i veggenti dicono di aver visto la Madonna.

“Nessun carattere psicopatologico”

Nella relazione finale, la Commissione del Vaticano, si è espressa così suo veggenti di Medjugorje: «Possiamo ammettere che nulla, dal punto di vista psicologico e psichiatrico, si oppone all’autenticazione dell’eccezionale esperienza vissuta da questi bambini nel momento iniziale e in quelli successivi. Un’esperienza che non ha carattere psicopatologico e non presenta un disturbo neurologico. Non corrisponde a nessuna categoria individuata dall’esperienza clinica e dalla letteratura psichiatrica e psicoanalitica».

mirjana-medjugorje.jpg
La veggente Mirjana il 2 gennaio 2020.

Le note cliniche della Commissione

La Commissione è esplicita sullo stato mentale dei veggenti: «Le audizioni dei “veggenti” di Medjugorje che abbiamo svolto, tra il 2011 e il 2012 presso la sede della Congregazione per la Dottrina della Fede, e le analisi che ne abbiamo fatto ogni volta con una nota clinica, ci portano a concludere che queste differenti personalità non presentano disturbi psichiatrici e neurologici. I primi studi psichiatrici e neurologici avevano già dimostrato, ai loro tempi, che questi soggetti non erano affetti da alcuna malattia mentale. Non mostrano i profili e i tratti della personalità psicotica, isterica, delirante ed epilettica».

La morte della madre di una veggente

Nel libro, Murgia, cita il giudizio psicologico della Commissione rispetto ai veggenti. Al posto dei nomi figura Omissis per motivi di privacy. Riportiamo qui uno dei giudizi espressi:

«1. Omissis è stata la prima a vedere la Gospa sulla collina del Podbrdo il 24 giugno 1981, in compagnia di Omissis che camminava con lei e non voleva crederle. (..). Quando le abbiamo chiesto di raccontare quel che aveva vissuto, il suo discorso è stato stereotipato, vago, superficiale e privo di una memoria precisa dei fatti. Va notato che ha vissuto questa apparizione due mesi dopo la morte di sua madre. In quell’occasione abbiamo concluso che aveva un lato mitomane nel raccontarsi una storia migliore della sua vita di allora, forse un modo per trovare ciò che aveva perso. Ma aveva la possibilità di integrare assai meglio l’esperienza spirituale di un’apparizione della Vergine nell’atmosfera della sua vita psichica immersa nel lutto. Un atteggiamento psicologico che lasciava aperta la natura dell’esperienza delle apparizioni».

La testimonianza del medico 

La dottoressa, signora Darinka Šumanocić-Glamuzina, è stata il primo medico pediatra a esaminare i ragazzi. All’epoca era atea e si presentava come una scienziata che veniva a smascherare un inganno. È stata segnata da ciò che ha vissuto a contatto con questi ragazzi. Riconosce che ciò ha cambiato la sua vita e si è convertita. All’inizio delle apparizioni, non ha potuto classificare dal punto di vista medico questo singolare vissuto che definiva straordinario. Ragionevolmente, ora, gli riconosce una dimensione spirituale. Pen- siamo che non ci sia alcun motivo di dubitare della testimonianza di questo medico e che si tratta parimenti di un tassello importante, che facilita il discernimento delle parole dei ragazzi quando allora dicevano di aver visto e sentito la Gospa.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE  “Processo a Medjugorje” (Rubettino)

Tags:
medjugorje
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni