Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 18 Gennaio |
Santa Margherita d'Ungheria
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Covid, il Vaticano impone mascherine FFP2 e Green pass per i Musei

COVID-19-digital-green-pass-of-the-european-union-shutterstock

By KaryB | Shutterstock

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 13/01/22 - aggiornato il 13/01/22

“Sono sospese tutte le trasferte di lavoro, salva specifica autorizzazione degli Organi di governo per quelle non procrastinabili ed istituzionali”

Mascherine e Green pass: il Vaticano sceglie la linea “dura”. Visto l’aumento dei contagi da Covid-19 il Governatorato dello Stato della Città del Vaticano ha disposto fino al prossimo 28 febbraio l’obbligo dell’uso della mascherina FFP2 in tutti i luoghi chiusi. Permane l’obbligo di utilizzare all’aperto i dispositivi di protezione individuale delle vie respiratorie.

Sospese le trasferte di lavoro

L’ordinanza – la n. 467 – è stata firmata il 5 gennaio, entrando subito in vigore, dal presidente del Governatorato, arcivescovo Fernando Vergez Alzaga, e dal segretario generale, suor Raffaella Petrini. Inoltre «sono sospese tutte le trasferte di lavoro, salva specifica autorizzazione degli Organi di governo per quelle non procrastinabili ed istituzionali». 

Senior-woman-in-gloves-and-mask-praying-in-a-church

Vincoli per chi è stato a contatto con positivi

Il personale del Governatorato che sia stato a contatto diretto con persona positiva: se non vaccinato, fino al 31 gennaio 2022, potrà rientrare al posto di lavoro dopo isolamento fiduciario di dieci giorni, previo test antigenico finale negativo. Se vaccinato con due dosi da più di 120 giorni potrà rientrare al posto di  lavoro dopo isolamento fiduciario di cinque giorni, previo test antigenico finale negativo. Se vaccinato con due dosi da meno di 120 giorni o con booster potrà rientrare al posto lavoro con obbligo di uso dispositivo di protezione individuale delle vie respiratorie di tipo FFP2 in tutti i luoghi».

Dove è obbligatorio il Green pass rafforzato

È obbligatorio l’uso del Green pass rafforzato dal 20 dicembre scorso per tutto il personale che svolge, a qualsiasi titolo, attività sanitaria o ausiliaria a questa. Per tutto il personale che svolge attività di sicurezza, soccorso pubblico e protezione civile. Per quello che svolge funzioni di difesa. E, infine, per tutto il personale (compresi i collaboratori esterni e il personale delle ditte esterne) che, a qualsiasi titolo, svolge attività a diretto contatto con il pubblico, con visitatori e fruitori di servizi. 

Come si accede a musei e siti turistici vaticani

Dal 10 gennaio, il Green pass è stato esteso ai visitatori dei Musei Vaticani, dei Giardini Vaticani, dei Giardini delle Ville Pontificie e del palazzo Apostolico di Castel Gandolfo. Ai partecipanti a convegni, seminari e ad ogni evento a questi assimilabile. La capienza massima è comunque ridotta al 35%. A tutti coloro che fruiscono della ristorazione al chiuso. 

Limitazioni rese necessaria dalla diffusione del covid per ammirare le bellezze artistiche dei Musei Vaticani.

L’accesso alla Mensa

L’accesso al servizio Mensa e la consumazione dei pasti all’interno della struttura, seguendo le attuali modalità di prenotazione e i relativi turni, è consentita ai soli possessori del “Green Pass rafforzato” o a coloro che abbiano la certificazione medica riconosciuta comprovante l’impossibilità di sottoporsi alla somministrazione del vaccino. Dal prossimo 31 gennaio è esteso a tutto il restante personale (compresi i co1laboratori esterni, il personale delle ditte esterne, tirocinanti ecc.) che svolge attività lavorativa presso il Governatorato.

Obbligo di booster

Tutte le categorie sopra elencate hanno l’obbligo di adempimento vaccinale della somministrazione del booster con decorrenza dal 31 gennaio 2022. E comunque dal compimento del centoventesimo giorno dall’inoculazione della seconda dose.

“Assente ingiustificato”

Senza Green pass rafforzato il personale del Governatorato del Vaticano non può accedere al posto di lavoro e sarò considerato assente ingiustificato. Con la conseguente sospensione della retribuzione giornaliera per‘ tutta la durata dell’assenza. Qualora 1’assenza ingiustificata si protragga, si procederà disciplinarmente ai  sensi del Regolamento vigente applicabile.

Tags:
vaticano
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni