Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 18 Gennaio |
Santa Margherita d'Ungheria
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Con Cristo il tempo di Dio è definitivamente il presente

FISHERMAN

Palo_ok|Shutterstock

don Luigi Maria Epicoco - pubblicato il 09/01/22

Il primo annuncio del Regno di Dio da parte di Cristo inaugura la pienezza del tempo: finalmente ciò che desideriamo è presente, qui e ora, per sempre.

Vangelo di Lunedì 10 Gennaio

Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù si recò nella Galilea predicando il vangelo di Dio e diceva:  «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al vangelo».
 Passando lungo il mare della Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori.  Gesù disse loro: «Seguitemi, vi farò diventare pescatori di uomini».  E subito, lasciate le reti, lo seguirono. Andando un poco oltre, vide sulla barca anche Giacomo di Zebedèo e Giovanni suo fratello mentre riassettavano le reti.  Li chiamò. Ed essi, lasciato il loro padre Zebedèo sulla barca con i garzoni, lo seguirono.

(Marco 1,14-20)

L’evangelista Marco ci riporta nel dettaglio il contenuto della predicazione di Cristo:

«Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al vangelo».

Letto così velocemente si potrebbe rimanere delusi da un messaggio simile. In fondo altri profeti e persino Giovanni Battista hanno usato parole simili.

Eppure c’è una novità nelle parole di Gesù: egli non parla più di qualcosa che dovrà accadere ma di qualcosa che sta già accadendo. Gesù riporta tutta l’esperienza della fede nel qui ed ora.

Non ci sono più attese di un domani migliore perché è il presente il tempo di Dio. Da Gesù in poi ogni credente è tale perché prende sul serio l’istante che sta vivendo. Non è più alienato da un passato che ormai non c’è più, né da un futuro che tarda ad arrivare.

Gesù educa i suoi discepoli alla “buona notizia” che tutto ciò che stiamo cercando è nascosto nel presente, anche se è nascosto sotto un’apparente quotidianità, il volto di persone familiari, l’incedere del tempo in maniera non sensazionale.

Convertirsi significa vivere sapendo che il meglio è ora davanti ai nostri occhi, e se anche facciamo fatica a riconoscerlo, la nostra fede ci dice che è esattamente qui. Non abbiamo per forza bisogno della morte per sperimentare il paradiso e l’inferno.

Siamo chiamati a decidere del nostro destino fin da questo istante. La morte rende solo definitivo ciò che scegliamo adesso. Ecco perché i primi discepoli non perdono tempo in infinite riflessioni e capiscono che devono corrispondere al Signore lì dove sono e mentre stanno facendo ciò che sanno fare: “Gesù disse loro: «Seguitemi, vi farò diventare pescatori di uomini». E subito, lasciate le reti, lo seguirono”.

Gesù non gli chiede di fare una cosa diversa (sono dei pescatori!), ma di fare la stessa cosa con una profondità nuova (rimarranno in sostanza dei pescatori!). 

Tags:
dalvangelodioggi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni