Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 28 Settembre |
San Venceslao
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Guida spirituale per preparare un Natale felice

shutterstock_1841077171.jpg

Halfpoint | Shutterstock

padre Carlos Padilla - pubblicato il 24/12/21

Perdono, tenerezza, fede, silenzio, apertura... Tenete pronto il vostro cuore per accogliere quel Bambino che vi riempirà d'amore

È Natale nelle strade, nelle case, nella mia anima. Si avvicina il giorno dell’arrivo di Gesù, e la mia anima attende con ansia il Suo arrivo.

Chiedo a Dio miracoli nella mia vita, cerco ciò che è straordinario, come se ne avessi bisogno per credere.

So che a volte accade l’inaspettato, quello che sogno. Normalmente no, accade solo ciò che è abituale, normale, ragionevole, logico. Sono miracoli silenziosi, piccoli.

Mi alzo ogni mattina disposto a tessere un nuovo giorno.

Perdonare

FORGIVNESS

Le mie decisioni, però, non sono sempre giuste, e i miei passi non sono sempre chiari, anzi, sono confusi.

E mi irrito, o divento anticonformista, desiderando che la vita sia a modo mio.

Sbaglio se non imparo ad essere felice di quello che sono, che ho, che vivo.

L’anima che si lamenta sarà sempre infelice. Non lo voglio.

So che devo perdonare per eliminare rancore e risentimento. Me lo dice il corpo quando si ammala.

So che il perdono mi farà bene quando mi viene regalato, guarisce la mia anima intransigente e triste.

Quando perdono, riesco a far sì che il rancore resti lontano, e all’improvviso sento dentro una ferita nascosta che fa meno male.

Ma ci provo e non riesco, vengo vinto dal risentimento e non sono felice. I miei desideri non hanno abbastanza forza, sono solo buone intenzioni.

Più tenerezza

NEWBORN,

Dico anche a me stesso che sarò più tenero nel modo di trattare le persone che amo. Ne ho bisogno, farà bene a me e a loro.

L’amore espresso in gesti calorosi aiuta, incoraggia e risolleva.

Ma poi quando ci provo mi mostro scontroso per via della mia timidezza, e vengo ritenuto distante. Non dico “Ti voglio bene”, non do un abbraccio.

Mi dispongo a infrangere la distanza che mi separa da chi è lontano, da chi non mi parla, da quelli che non vedo.

Poi, però, la mia vita scorre molto rapidamente e il tempo mi sfugge, impegnandomi in cose urgenti senza arrivare a fare quello che desidero.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
natale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni