Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 26 Gennaio |
Santi Timoteo e Tito
Aleteia logo
Perle dal Web
separateurCreated with Sketch.

Ascoltate Giovanni Paolo II intonare il suo canto di Natale preferito

John Paul II

GABRIEL BOUYS | AFP

Marzena Wilkanowicz-Devoud - pubblicato il 23/12/21

Papa Wojtyła era molto legato alle tradizioni polacche, come ad esempio a quella di cantare coi suoi cari dei canti di Natale. Tutti i Polacchi sanno che il suo canto di Natale preferito è un’antica ninna nanna (“Oj Maluśki, Maluśki” [Piccolo mio, piccolo mio]), ma pochi sanno che il Santo Padre in persona ne compose quattro nuove strofe. La cosa avvenne in Vaticano nel 1981 ed è stata registrata con un magnetofono da un giovane studente… Aleteia vi propone di ascoltarlo.

Papa Giovanni Paolo II non poteva immaginarsi di celebrare il Natale senza le sue tradizioni polacche: la condivisione dell’Oplatek (un frammento di pane azzimo benedetto), il presepe installato sotto un grande albero di Natale sovrastato da una stella e i canti di Natale (“Kolędy” in polacco), cantati con parenti e amici nella veglia del 24 dicembre; queste tradizioni si prolungano, in Polonia, fino alla festa della Presentazione di Gesù al Tempio, il 2 febbraio. 

Fin dal suo primo Natale passato in Vaticano, nel 1978, il papa Polacco ha introdotto tutte queste tradizioni nel Palazzo Apostolico, a cominciare dall’installazione del grande albero in piazza San Pietro e dalle serate trascorse (fino a tardi) cantando canti di Natale in compagnia di amici e parenti. 

Nel Natale del 1981 degli amici venuti appositamente dalla Polonia, ma anche degli studenti polacchi, furono invitati dal Santo Padre in Vaticano per la tradizionale serata dei “kolędy”. Fu il Papa a scandire la serata, scegliendo tra i circa 500 canti della tradizione a cui era particolarmente legato. A un tratto ha intonato la celebre ninna nanna del XVII secolo “Oj Maluśki, Maluśki”, il suo canto di Natale preferito. La sua voce guidava – cantava a memoria – e gli altri seguivano. 

All’improvviso sorprese tutti prolungando il canto con quattro nuove strofe, piene di brio, che rallegrarono l’assemblea. Fortunatamente, tutto è stato registrato sul magnetofono di un giovane prete che all’epoca era studente, padre Mieczysław Cisło, che più tardi sarebbe diventato vescovo ausiliare dell’arcidiocesi di Lublino (nella Polonia orientale). Perduta per anni, mons. Cisło è finalmente riuscito a ritrovare la cassetta. La registrazione dura 8 minuti: Giovanni Paolo II comincia a improvvisare a 5’38”. Il canto comincia con le parole: 

O piccolino mio, piccolo come un guanto
o come un pezzetto d’archetto di violino, 

Cantate a lui e suonate per lui,
al bimbo piccolissimo;
cantate a lui e suonate per lui,
al bimbo piccolissimo. 

Non sarebbe stato meglio per te lasciarti giocare in Cielo?
Il tuo caro Papà non ti ha cacciato né bandito… 

Cantate a lui e suonate per lui,
al bimbo piccolissimo. 

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
canti di natalecanti popolari natalepoloniasan giovanni paolo ii
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni