Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 18 Gennaio |
Santa Margherita d'Ungheria
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

(RICETTA) La “kremówka”, il dolce preferito di Giovanni Paolo II

KREMOWKA

SHUTTERSTOCK

Marzena Wilkanowicz-Devoud - pubblicato il 23/12/21

Ispirata alla millefoglie italo-francese è la celebre ricetta polacca della “kremówka”, la pasta pasticcera preferita di Giovanni Paolo II: da quando, nel 1999, il pontefice polacco si lasciò andare a queste rivelazioni sui suoi gusti culinari, essa è stata ribattezzata “millefoglie papale”.

Era il 16 giugno 1999, durante un incontro con gli abitanti della sua città natale, Wadowice, in Polonia, e papa Giovanni Paolo II si era confidato sui dolci alla crema che gli piacevano particolarmente già a partire dalla sua infanzia. 

Quando usciva di scuola, infatti, il giovane Karol Wojtyła aveva l’abitudine di passare coi compagni di classe dal pasticcere all’angolo per gustare la famosa “kremówka”, un dolce alla crema che all’epoca si chiamava anche “napoleonka” (con riferimento al Bonaparte). Più tardi, da studente, partecipò anche a scommesse su chi riuscisse a mangiarne di più! 

Si tratta di un dolce composto da due strati di pasta-sfoglia croccante guarnite da crema pasticcera alla vaniglia. Eccone la ricetta: 

La “kremówka”, o “millefoglie papale” 

  • Per 6 persone 
  • tempo di preparazione, 35’ 
  • tempo di cottura, 30’ 

Ingredienti: 

  • 2 rotoli di pasta sfoglia al burro, 
  • 1/2 litro di latte, 
  • 150 grammi di zucchero, 
  • 1 cucchiaino da caffè di estratto di vaniglia, 
  • 5 cucchiai da tavola di maizena 
  • 6 tuorli d’uovo sbattuti 
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero a velo 

Preparazione: 

  1. Preriscaldate il forno a 200° C
  2. Svolgete e deponete i due rotoli di pastasfoglia su un piano di lavoro 
  3. Tagliate ogni rotolo in 9 rettangoli uguali 
  4. Appiattite leggermente ogni pezzo così ottenuto, ma senza deformarlo 
  5. Proteggete ogni rettangolo mettendolo tra due fogli di cartaforno. Deponete ogni rettangolo su di una teglia di cottura coperta di carta stagnola 
  6. Infornate per 15’, poi togliete la carta stagnola e continuate a cuocere fino a che la pastasfoglia arrivi a una bella doratura (altri 15’ circa) 
  7. Sfornate e lasciate raffreddare completamente 

Crema pasticcera: 

  1. Portate a ebollizione in casseruola il latte, lo zucchero, la vaniglia, il sale, l’amido di mais e i tuorli d’uovo, mescolando costantemente con una frusta 
  2. Abbassate il fuoco e lasciate bollire per un minuto, mescolando costantemente con una cucchiarella in legno 
  3. Togliete la casseruola dal fuoco e immergetela in un bagno d’acqua fredda per fermare la cottura 
  4. Fermata la cottura, tirate fuori la casseruola dall’acqua e lasciatela a temperatura ambiente. 

Assemblaggio: 

  1. Deponete 9 rettangoli di pastasfoglia cotta nel vassoio 
  2. Versateci sopra della crema pasticcera calda e collocatevi sopra gli altri 9 rettangoli di pastasfoglia (ben allineata in rapporto a quella in basso coperta dalla crema) 
  3. Mettete in frigorifero fino a che la crema si rapprenda 
  4. Al momento di servire, dividete in 9 parti in base alle linee dei rettangoli 
  5. Guarnite con zucchero a velo. Potete aggiungere anche delle scaglie di mandorle tostate. 

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
cucinasan giovanni paolo ii
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni