Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 22 Gennaio |
Sant'Agnese
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

5 film da vedere in famiglia a Natale

CHRISTMAS, FAMILY, TV

zef art| Shutterstock

AT01; CHRISTMAS; FAMILY; TV

Annalisa Teggi - pubblicato il 23/12/21

Per ridere e per commuoversi, ma insieme. Vi lasciamo alcuni spunti per passare qualche momento piacevole in famiglia.

C’è chi vuole ridere e chi vuole commuoversi. C’è chi vuole l’ultima uscita e chi il film superclassico. E’ una sfida riuscire a mettere d’accordo tutta la famiglia, tenerla unita sul divano per guardare insieme il film di Natale.

Sicuramente è un momento atteso, gradito e che fa bene. Le storie uniscono davvero perché portano in scena le emozioni fondamentali su cui tutti abbiamo bisogno di immedesimarci. Guardando una trama, guardiamo anche la nostra trama di vita.

E qual è la trama giusta di Natale? A ogni famiglia l’ardua sentenza. Qui di seguito vi suggeriamo alcuni spunti. Sono titoli nuovi e meno nuovi, perché anche rivedere una pellicola amata e conosciuta ha un gusto speciale.

In effetti, Natale è ripetere da 2021 anni la stessa storia che ha illuminato il mondo: il censimento, la grotta, la mangiatoia, i pastori, gli angeli, la Cometa. Sono tutti personaggi che ci piace ritrovare. E nei film da guardare accanto all’albero e con un fetta di panettone in mano ci sono spesso gli stessi elementi del presepe: una famiglia, un evento sorprendente, un dono, un cuore che cambia, il bisogno di stare insieme.

1 La congiura degli innocenti

Avete guardato un film di Hitchcock a Natale? Coi bambini? Se volete piacevolmente sorprendere voi stessi e i vostri amici, La congiura degli innocenti è il film per voi. Primo grande punto a favore: è gratuito su Youtube. Secondo grande punto a favore: è ironico come solo lo humor inglese sa essere e ha una fotografia che vi lascerà a bocca aperta. Hitchcock non è solo gialli e paura. Ha un grande talento per svelare l’umanità nelle sue amabili fissazioni e fragilità.

In questa pellicola del 1955 si respira l’aria buona delle vecchie storie di un tempo. Un villaggio di personaggi strambi e simpatici e un mistero da scoprire. Nella nostra famiglia l’abbiamo guardato con estremo piacere, dall’adolescente di 15 anni alla bimba di 5 anni.

Un cadavere c’è, ma Hitchcock sa farne l’innesco per trasformare un gruppo di abitanti in una simpatica compagnia di amici.

2 Dieci giorni con Babbo Natale

La coppia Fabio De Luigi e Diego Abatantuono significa risate. La leggerezza di cui sentiamo il bisogno a Natale non è quella sguaiata, ma quella che svela i nostri inciampi raccontandoli come qualcosa di così prezioso da sorriderne.

Al centro della storia c’è una famiglia che non è a posto e ha qualche ferita esposta. Siamo tutti noi. E la cura arriva da un incidente. Il Natale è una sorpresa che, piombandoci addosso dal Cielo, arriva a scombinare i nostri piani e poi a sistemare tutto. Investendo con il camper Babbo Natale, Carlo farà un grande regalo a sé, a sua moglie e ai suoi figli. Entrerà un estraneo nei conflitti familiari, una variabile davvero pazza e simpatica che porterà un’ipotesi nuova per continuare a guardarsi con affetto, anche se non siamo perfetti.

Il film è disponibile su Amazon Prime.

3 Il Natale di Angela

Il protagonista vero del Natale è Gesù Bambino, un neonato venuto al mondo nudo in un posto freddo. Gli occhi migliori per entrare di nuovo nel fatto che ha cambiato la storia dell’umanità sono quelli dei bambini. Angela è una figura meravigliosa.

Una famiglia povera composta da una madre e quattro bambini assiste alla Messa del 24 dicembre. Il freddo notturno fa sì che Angela si chieda come faccia il Bambino Gesù ad essere avvolto solo in fasce. Non starà congelando? Non starebbe meglio con una copertina o con qualcuno che lo abbracci? Da quel momento, Angela intraprende un’avventura per far sì che il Bambino Gesù trovi un luogo caldo e confortevole.

Chesterton riuscì a mostrarci il Natale in modo paradossale con un’immagine: è curioso che in ogni casa si celebri la venuta al mondo di un Dio che nacque senza una casa. Angela sente questa premura fondamentale, che Gesù ha bisogno fin da subito del nostro caldo. Nascendo piccolo e al freddo si mette subito in relazione con noi, chiedendoci di custodire la sua presenza.

Il film è disponibile su Netflix.

4 Io sono Babbo Natale

Gigi Proietti è scomparso da poco più di un anno e ci manca. Nell’ultimo film che ha girato, ed è uscito lo scorso ottobre, interpreta Babbo Natale. Da vero attore, è uscito di scena facendo un grande regalo a noi spettatori.

Accanto a Proietti un altro talentuoso del piccolo e grande schermo, Marco Giallini. Che cosa ci raccontano questi due istrioni?

Ettore era un bambino che, non trovando i regali sotto l’albero, aveva scritto a Babbo Natale promettendogli di essere buono per sempre. Ettore oggi è un ex detenuto che ha una predilezione per … i furti. Dal rubare al donare, è questo il salto acrobatico di questo copione. Non è in fondo la sfida quotidiana che il Natale ha il compito di ridestare? Che significa essere buoni?

Significa fare spazio all’altro, sentirsi riempiti non dalle cose che possiamo strappare di mano, ma dalle presenze che ci sono state donate.

Il film è disponibile su Amazon Prime.

5 Jack Frost

Come dice Gandalf, ci sono certe lacrime che fa bene versare. La commozione è un sentimento opposto alla tristezza. Il film Jack Frost è ormai un classico, visto che risale al lontano 1998. Al centro di tutto c’è un padre che viene a mancare, eppure c’è.

Michael Keaton interpreta un papà che muore in un incidente stradale, ma poi torna in vita nei panni di un pupazzo di neve. Starà così accanto alla sua famiglia e poi li saluterà per sempre per andare in cielo.

Se il Natale è la festa di Dio che scende in terra, è però anche il momento in cui facciamo memoria che questa discesa è stata la mossa giusta per portarci tutti in Cielo da nostro Padre.

La nostalgia è un sentimento natalizio e non è affatto cupo o negativo. Sentiamo tutti una grande mancanza dentro, anche quando tutto è apparentemente a posto. Sentiamo il bisogno di non stare fermi qui, aspettiamo di arrivare alla casa vera che è l’eternità. E lì ritroveremo tutto ciò che abbiamo amato.

Il film è disponibile gratuitamente qui.

Tags:
filmnatale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni