Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 03 Dicembre |
San Francesco Saverio
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

Un dono di Natale: i vigili fanno una colletta per aiutare un ladro di cibo

shutterstock_1574266693.jpg

Robert Kneschke | Shutterstock

Silvia Lucchetti - pubblicato il 22/12/21

Un uomo indigente è stato sorpreso a rubare generi alimentari di prima necessità al supermercato. Gli agenti della polizia municipale di Castiglion Fiorentino hanno messo mano al cuore e al portafogli donando un'offerta per aiutare il 66enne

Oggi vi raccontiamo una notizia dal sapore dolce-amaro in quanto, se da un lato illustra un fatto “a lieto fine”, dall’altro evidenzia in modo eclatante una grave problematica che l’attuale pandemia ha reso ancor più dolorosa. Giovedì scorso in un supermercato di Castiglion Fiorentino il personale ha scoperto un 66enne a rubare del cibo: pasta, insaccati, formaggio e verdure per un valore di circa 50 euro. (fanpage.it)

Sorpreso a rubare

Quando gli agenti sono intervenuti, riscontrando il tentativo di furto, l’uomo ha cercato di “buttarla in caciara”, millantando inizialmente di essere il figlio della proprietaria dell’esercizio, e rincarando poi la dose affermando che tutti i dipendenti non erano in regola.

Il maldestro tentativo di farla franca non ha sortito il risultato sperato, tanto da farlo alterare e rendere necessario un contatto con il suo tutore, che non è riuscito però a calmarlo.

C’è voluto l’intervento del comandante della polizia municipale per tranquillizzarlo, anche se come atto dovuto il “ladro” è stato denunciato per furto e resistenza a pubblico ufficiale.  

Lo spirito natalizio degli agenti

L’uomo, con precedenti per piccoli furti sempre di generi alimentari, era arrivato lì in treno su cui era salito anche con la sua bicicletta che doveva probabilmente servire per caricarci la spesa. Ma non è tornato a casa a mani vuote perché gli agenti, una volta accertato che le sue condizioni economiche sono in effetti indigenti, si sono inteneriti e, in perfetto spirito natalizio, hanno messo mano ai portafogli effettuando estemporaneamente una colletta per aiutarlo.

perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare

(Vangelo di Matteo, 25, 35)

Rubare per fame

Il gesto di solidarietà rende merito agli agenti della Polizia Municipale di Castiglion Fiorentino, ma nello stesso momento sottolinea la drammaticità delle condizioni di povertà di una fetta rilevante della nostra società.

I poveri della pandemia

Dal 55esimo rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese /2021 emerge che nel 2020 due milioni di famiglie italiane hanno vissuto in condizioni di assoluta povertà, con un aumento del 104, 8% rispetto all’anno precedente che vedeva questo numero attestarsi a 980.000. (Corriere)

2020: due milioni di persone si sono rivolte alla Caritas

Con il Covid sono aumentati i poveri che si son dovuti  affidare, molti per la prima volta, alla rete di solidarietà della Chiesa. Nel 2020 sono stati quasi due milioni le persone che si sono rivolte ai Centri Caritas per i beni di prima necessità: cibo e vestiti. (Ibidem)

I minori e gli under 34 i più svantaggiati

I più svantaggiati negli ultimi 12 mesi, secondo i dati della Caritas sono i minori e i giovani under 34 in quanto “da anni ormai la povertà assoluta è strettamente correlata all’età, tende cioè ad aumentare al diminuire di quest’ultima, tanto che l’incidenza maggiore si registra proprio tra bambini e ragazzi under 18”. (Corriere)

La povertà minorile, sottolinea la Caritas “costituisce infatti la forma più iniqua di disuguaglianza” perché “pregiudica l’oggi e al contempo anche il domani” dei più piccoli e dei ragazzi. (Ibidem)

Quel Bambino che sta per nascere in una stalla scaldato dalla paglia e dal fiato di un asino e di un bue scuote le nostre coscienze indicandoci con forza la strada della solidarietà nei confronti dei tanti che oggi, ancor più di prima, soffrono in silenzio la loro povertà.

E allora, facciamo tutto quanto possiamo per realizzare ciò che auspica il proverbio: “Avanti Natale, né freddo né fame”. Per nessuno.

Tags:
povertàsolidarietà
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni