Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 15 Agosto |
Santa Maria Assunta
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Bisogna salvare il Natale? Il video di François-Xavier Bellamy diventa virale

WEB2-FRANCOIS-XAVIER-BELLAMY-CAPTURE-YOUTUBE.jpg

Capture Youtube

François-Xavier Bellamy, 15 décembre 2021.

Agnès Pinard Legry - pubblicato il 22/12/21

Reagendo alla volontà di una commissaria europea di proscrivere l’uso interno di alcune parole, tra cui “Natale”, l’eurodeputato francese François-Xavier Bellamy ha voluto risponderle durante un intervento davanti al Parlamento europeo lo scorso 15 dicembre. Il video è stato già visionato mezzo milione di volte.

Il documento interno della Commissione europea che invitava a non utilizzare alcune parole, tra cui “Natale”, perché giudicate “non inclusive”, non ha ancora cessato di muovere reazioni. Anche se la commissaria europea all’Uguaglianza, Helena Dalli, ha promesso di rivedere la bozza, l’eurodeputato francese François-Xavier Bellamy ha voluto risponderle apertamente durante il suo intervento in Parlamento mercoledì 15 dicembre. Un messaggio rapidamente divenuto virale: in meno di tre giorni il video è stato visto quasi 400mila volte e condiviso a miriadi. 

«Incredibile ma vero, bisogna adesso tentare di salvare il Natale che la Commissione europea aveva previsto di condannare» perché non abbastanza inclusivo – così ha attaccato. «La follia a cui può arrivare l’odio verso le radici che hanno fatto l’Europa!». E ancora: 

Helena Dalli l’ha forse dimenticato ma il Natale non è soltanto il pretesto per le “vacanze d’inverno”, come dice lei: è il giorno in cui è nato il mondo che abbiamo ereditato, l’inizio della nostra era, il riferimento a partire dal quale contiamo i nostri anni. 

«Signora Dalli – l’ha interpellata François-Xavier Bellamy –, lei pretende di toglierci anche questo punto di riferimento comune?». Sopprimere questa parola è una follia perché 

negare quello che ci unisce significa distruggere ogni possibilità di appartenere a una cultura comune […], è aprire la strada all’implosione delle nostre società. 

«In fondo però – è tornato a interrogarsi l’eurodeputato – Natale ha veramente bisogno di essere salvato?».

Tutte le signore Dalli di Bruxelles non impediranno mai che il giorno di Natale gli uffici della Commissione saranno vuoti a causa dell’infinita speranza di cui parlava Hannah Arendt, a riprova di come il Natale sia inclusivo, attraverso quella che la filosofa descriveva come la più grande delle belle notizie, la buona notizia degli Evangeli – un bambino è nato per noi. 

Madame Dalli, noi stiamo qui a parlare ma in realtà non c’è bisogno che ci diamo da fare per salvare il Natale: è il Natale che, anche quest’anno e fino a che durerà l’Europa, ci salverà. 

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
cristianesimomulticulturalismonataleparlamento europeounione europea
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni