Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 15 Agosto |
Santa Maria Assunta
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

A Natale, come regalare davvero un pezzetto di cielo

SKY

Shutterstock | northernbird

Miriam Esteban Benito - pubblicato il 19/12/21

Non serve comprare una mappa delle costellazioni. È qualcosa di molto diverso, che ci spinge a pensare all'autentico regalo di Natale

C’è qualcosa di più bello che regalare un pezzetto di cielo? Arriva il Natale, e con esso i famosi cataloghi di giocattoli che attirano tanto i bambini, che desiderano tanti giochi nuovi che dopo qualche giorno cadranno tristemente nell’oblio in qualche armadio. Tutti diventano pazzi cercando di azzeccare il regalo perfetto.

“Regala un pezzetto di cielo, un dono davvero indimenticabile”. Così diceva un annuncio in cui mi sono imbattuta qualche giorno fa dopo l’inizio dell’Avvento. Sono rimasta sorpresa scoprendo un’infinità di pagine web in cui si offriva come idea estremamente originale per questo periodo regalare mappe stellari o di costellazioni.

Devo riconoscere che il mio primo pensiero è stato “Mamma mia! Non sappiamo più cosa inventare, né che regalare!” Qualche secondo dopo, però, ho pensato: “È vero! È questo che vorrei regalare questo Natale, un pezzetto di cielo!” Abbiamo davvero tutti bisogno di pezzetti di cielo.

Ci troviamo in un momento particolare della storia umana. Come ha detto Papa Francesco, “quella che stiamo vivendo non è semplicemente un’epoca di cambiamenti, ma è un cambiamento di epoca” (Discorso alla Curia Romana, 21 dicembre 2019). La paura e la sfiducia cercano di convincere l’uomo a dimenticare la bellezza che comporta un’esistenza vissuta intensamente.

Arriva il Natale, e fortunatamente in questo periodo ci viene ricordato ancora una volta che non siamo soli e che siamo fatti per la grande gioia dell’eternità.

“La redenzione ci è offerta nel senso che ci è stata donata la speranza, una speranza affidabile, in virtù della quale noi possiamo affrontare il nostro presente: il presente, anche un presente faticoso, può essere vissuto ed accettato se conduce verso una meta e se di questa meta noi possiamo essere sicuri, se questa meta è così grande da giustificare la fatica del cammino” (Enciclica Spe salvi, Papa Benedetto XVI, 2007).

A Natale, è necessario regalare pezzetti di cielo che siano semi di speranza capaci di far vibrare e risvegliare il cuore umano.

Grazie a Dio siamo ben fatti e il nostro cuore sa riconoscere “un regalo davvero indimenticabile”: la Sua presenza. Ma come essere presenza viva che ci ricordi che siamo fatti per il cielo? Come essere quella compagnia che regala discretamente un pezzetto di cielo?

Sicuramente, più di una volta vi siete sorpresi di fronte a una persona che vive con vera gioia l’amore nei confronti degli altri nella sua quotidianità, una persona che ci attira, che ci ispira, che ci fa cambiare atteggiamento e ci fa affrontare la vita con fede e speranza.

Un messaggio che dice “Ho pregato per te”

In effetti, c’è molta gente che prova a sorriderci mentre le raccontiamo i nostri grandi successi, gente che ci scrive in un giorno qualsiasi per dirci “Oggi ho pregato in modo speciale per te”, che trascorre il pomeriggio con noi quando abbiamo bisogno di compagnia, che ci dà una mano quando ne abbiamo più bisogno, che senza conoscerci e magari senza che ce ne rendiamo conto apporta bellezza alla nostra esistenza.

father and son

Mettiamoci all’opera per essere quella presenza silenziosa che regala speranza. Pezzetti di cielo dal volto umano che aiutano a riscoprire e a vivere in modo autentico il nostro passaggio sulla Terra.

Questo Natale faremo bei regali, scelti con cura, che addolciranno il momento presente di chi amiamo di più, ma quanto è bello poterli avvolgere con un pezzetto di cielo, con una preghiera offerta per quella persona, con una vera compagnia, la nostra, che lasci intuire all’altro “Qui c’è Qualcosa!”, “Qui si nasconde Qualcuno che è più di un regalo! Il Regalo!”

Il Bambino Dio è nato nella paglia, ma ci ha donato il cielo intero e con questo ci ha cambiato totalmente la vita, l’ha riempita e l’ha avvolta nella speranza.

Questo Natale, come diceva l’annuncio, “regala un pezzetto di cielo, un dono davvero indimenticabile”. Non vi preoccupate, non vi servirà comprare una mappa delle costellazioni: regalate con la vostra vita il Bambino che è nato a Betlemme, il dono che ci porta davvero in cielo ed è il più originale che ci sia.

(FOTOGALLERY) 7 idee regalo per chi non sente più lo spirito del Natale

Tags:
cielonatale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni