Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 24 Febbraio |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

31 regali di Natale che non c’è bisogno di comprare

kindness

Dmytro Zinkevych | Shutterstock

Catholic Link - pubblicato il 15/12/21

E qualche suggerimento per rendere il Natale più sentito

di Genevieve Perkins

Se avete mai partecipato a un laboratorio sui rapporti interpersonali, avrete sentito parlare dei cinque linguaggi dell’amore: tocco fisico, parole di affermazione, atti di servizio, tempo di qualità e doni.

Nella nostra cultura consumistica, tendiamo a fare affidamento sui regali, soprattutto nel periodo delle feste.

Come cristiani, sappiamo che dovremmo dire “Non riguarda Babbo Natale e i regali, ma la fede e la famiglia”.

Certo, è vero.

Probabilmente non volevate nemmeno leggere questo articolo ritenendo che si basasse sul solito assioma del “vero significato del Natale”. Tutti conoscono la risposta relativa al vero significato, ma poi non viene messa in pratica.

Come la nostra fede è morta senza le opere (Giacomo 2, 14-26), non c’è virtù se riusciamo a recitare la “risposta giusta” ma non la mettiamo in pratica. Non l’abbiamo neanche interiorizzata davvero se a livello esteriore le feste sembrano riguardare solo regali e spendere denaro.

L’amore è azione. A volte è avvolto, magari in carta da regalo o in fasce. A volte è un abbraccio, o parole gentili, o qualcuno che pulisce la casa al posto nostro perché stiamo affrontando una situazione difficile. Significa cucinare un pasto, dare a un bisognoso un paio di scarpe o pagare le lezioni di danza di qualcuno.

Quest’anno, allora, anziché gettare regali alla gente e ritenere di aver compiuto il proprio dovere, agiamo con più intenzione.

31 idee regalo per Natale che costano davvero poco

Abbiamo bisogno di meno regali materiali e più azioni, parole e doni che significano più della soddisfazione di un elenco di giocattoli. Ecco alcuni suggerimenti pratici che potreste trovare utili:

1 Pulite la casa dei vostri ospiti. Per gentilezza, il vostro ospite molto probabilmente rifiuterebbe la vostra offerta, quindi non chiedete prima. Riunite i piatti sporchi e lavateli allegramente. Rendetela un’abitudine familiare duratura. Anche se alla fine vi viene impedito e finite per fare semplicemente compagnia al padrone di casa mentre lava i piatti.

2 Cibo. Tutti hanno i loro cibi preferiti. Preparate quello che potete.

3 Andate a trovare qualcuno che non vedete da molto tempo. La vostra presenza è davvero un dono. Avvisate della vostra visita o fate una sorpresa, in base al vostro rapporto. Chiarite che non volete un’accoglienza speciale, ma volevate solo vedervi di persona e abbracciarvi. Cucinate voi quando state lì.

4 Fate un servizio comunitario in onore di qualcuno.

5 Guardate bene in casa vostra. Probabilmente avete abiti che non indossate più, cibo che non mangiate mai e oggetti che non utilizzate e restano lì a prendere polvere. Qualcuno che conoscete potrebbe usare quelle cose? Non c’è niente di male a donargliele!

6 Mettete un cartello davanti alla vostra porta con un messaggio incoraggiante.

7 Un dono comunitario, come una piccola biblioteca di quartiere.

8 Andate a trovare qualcuno che sapete o sospettate sia solo.

9 Create un album di ricordi e fotografie.

10 Invitate qualcuno, magari il vostro parroco, a cena.

11 Scrivete una lettera o mandate biglietti natalizi.

12 Cantate o suonate qualcosa.

13 Offritevi di aiutare nelle decorazioni natalizie, o, ancora meglio, di toglierle alla fine del periodo delle feste.

14 Spazzate il vialetto di un amico o vicino.

15 Create un libro di cucina con le ricette preferite della vostra famiglia.

16 Andate a fare una passeggiata o un giro in macchina insieme a qualcuno.

17 Offrite una Messa per una persona cara.

18 Trascorrete del tempo immersi in una conversazione significativa. Chiedete all’altra persona di cosa vuole parlare.

19 Lavate la macchina di qualcuno.

20 Create una piccola opera d’arte per la casa di qualcuno.

21 Pulite le grondaie di qualcuno.

22 Esibitevi in canti natalizi nel quartiere.

23 Offritevi di fare il babysitter o di guardare gli animali domestici di qualcuno.

24 Spazzate le foglie.

25 Date “buoni” per cose come passeggiate, corse, colazione a letto, compiti domestici…

26 Prendete la posta di un vicino e portategliela.

27 Telefonate a una persona che non sentite da un po’.

28 Offrite il dono del perdono e fate ammenda con coloro con cui non siete in buoni rapporti.

29 Aiutate qualcuno a ristrutturare la sua casa.

30 Piantate fiori, verdure o erbe e offritele alle persone che vi stanno a cuore.

31 Recitate un rosario o una novena per amici e familiari!

Qualche altro suggerimento per un Natale più attento:

  • Ricordate i vostri sacerdoti. Invitateli a pranzo o a cena.
  • Includete le persone sole o dimenticate, non come casi pietosi, ma come ospiti d’onore.
  • Ricordate i carcerati, i malati e gli anziani.
  • Fate regali meno numerosi, ma più pensati.
  • Ricordate le buone maniere.
  • Parlate agli altri con gentilezza e amore.
  • Mettete il prossimo al primo posto.

Cos’altro potete fare di inaspettato per gli altri in queste vacanze? Cos’ha fatto qualcuno per voi con voi? O cosa aspettate con ansia ogni anno?

Qui l’articolo originale pubblicato su Catholic Link.

Tags:
nataleregali
Top 10
See More