Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 29 Novembre |
San Vincenzo Romano
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

40 padri trasformano una scuola violenta in un luogo incredibile

DADS VIOLENCE SCHOOL

©CBS

Catholic Link - pubblicato il 02/12/21

Quando la figura paterna viene in soccorso nelle situazioni più difficili

Cari padri,

vorrei ricordarvi che siete essenziali nella vita dei vostri figli. Lo siete sempre stati e lo sarete sempre. Ne è una prova il progetto «Dads on duty».

Prima un po’ di contesto. Stiamo parlando di una scuola degli Stati Uniti in cui gli studenti siscontravano costantemente, con indici di violenza altissimi. Alcuni sono stati perfino arrestati. Nell’arco di tre giorni, 23 studenti sono finiti in carcere.

Tutto, però, è cambiato da quando è stato implementato questo bel progetto grazie all’idea di Michael LaFitte. In cosa consiste? In un gruppo di padri volontari che vanno nella scuola dei figli.

Nessuno di loro è esperto di educazione né di politica di prevenzione della violenza, ma la loro semplice presenza ha provocato un cambiamento radicale nella scuola.

40 papà percorrono il campus della Southwood High School di Shreveport, in Louisiana. Parlano di se stessi come di “papà di turno”, e dicono di voler portare i loro sforzi in ogni parte dello Stato della Louisiana e magari di tutto il Paese.

Il gruppo di 40 padri fa dei turni per visitare la scuola dei figli. I ragazzi si sentono più sicuri, e smettono di scontrarsi e di saltare le lezioni.

E questo solo grazie allo sguardo e agli scherzi dei papà. Questa combinazione magica ha cambiato la vita di tanti ragazzi, e l’ambiente scolastico in generale.

Progetti con impatto positivo

È importante parlare dei progetti positivi. Mi rallegra molto sapere che la loro iniziativa è diventata virale – ricevendo più di 50 milioni di visita in appena una settimana sulle reti sociali – dopo che se ne è parlato alle CBS Evening News.

“È una follia!”, ha affermato Michael LaFitte, promotore di Dads on Duty.

“Niente è lo stesso… in senso buono”. I programmi di interviste ne parlano, e più di due dozzine di distretti scolastici degli Stati Uniti stanno cercando di capire come replicare il successo dell’iniziativa.

Celebrità, atleti e politici stanno prendendo nota. Gli sforzi del gruppo hanno messo d’accordo tutti, liberali e conservatori.

Purtroppo non tutti i ragazzi hanno una figura paterna a casa. L’85% della popolazione carceraria giovanile degli Stati Uniti, ads esempio, proviene da famiglie senza padre.

Cosa rappresenta la figura paterna?

Vi siete mai fermati a riflettere su quello che la vostra immagine paterna rappresenta per i vostri figli?

Questa esperienza può avere molti fattori che ne spiegano il successo, dalla predisposizione dei padri ad assumere la cura dei fiigli al carisma del gruppo.

Non abbiamo una ricetta, ma è innegabile che la figura del padre significa molto più di quanto pensiate nella vita dei figli.

Non importa se dicono che non siamo importanti, e non contano le forze che cercano di separare i padri dai propri figli. L’evidenza è inconfutabile, l’unica cosa che serve è la volontà.

Cosa pensate di questo progetto? Lo implementereste? Avete pensato di realizzare qualcosa di simile nella vostra scuola, parrocchia o comunità?

Articolo elaborato da Carlos Santos, fondatore dell’iniziativa «De papá a papá».

Qui l’articolo originale pubblicato su Catholic Link.

Tags:
scuolaviolenza
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni