Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 24 Gennaio |
Santa Marianne (Barbara) Cope di Molokai
Aleteia logo
Cultura
separateurCreated with Sketch.

Perché nel Medioevo i sacerdoti usavano paramenti neri in Avvento?

PRIEST

Public Domain | New York Public Library

Philip Kosloski - pubblicato il 30/11/21

Prima che il viola diventasse il colore ufficiale dell'Avvento, nel rito romano molti utilizzavano il nero

Se i cattolici associano spesso il colore viola al periodo dell’Avvento, non è sempre stato così. Per qualche secolo nel Medioevo, infatti, in questo periodo il colore che si indossava più spesso era il nero.

Secondo il libro del XIX secolo Notes on the history of the liturgical colours, il nero è stato usato dal XII al XV secolo.

“All’epoca di Papa Innocenzo III [1198-1216], a Roma il nero era il colore dell’Avvento fino alla Vigilia di Natale. Durandus, vissuto un secolo dopo Innocenzo III, parlava di viola, mentre il decano di Tongern Radulphus, morto nel 1403, sosteneva che ai suoi tempi a Roma si usava il nero. Questo mostra bene come il nero e il viola fossero considerati sinonimi a livello liturgico”.

L’uso non era riservato a Roma, visto che il nero è stato utilizzato fino al XVI secolo in Avvento anche a Monte Cassino e tra i Benedettini.

Storicamente, il nero era associato a lutto, penitenza e morte. L’Avvento era considerato un periodo di intensa preparazione spirituale, di morte a se stessi per poter “rinascere” a Natale. Rifletteva anche l’idea che il mondo fosse nelle tenebre prima della venuta di Gesù a Natale.

Nell’edizione del 1904 della The American Ecclesiastical Review, l’autore spiega perché il nero sia stato poi sostituito dal viola.

“Il nero è una negazione di colore ed esprime in modo particolare la tristezza. Nella Sacra Scrittura, gli eventi sfortunati di ogni tipo sono collegati all’idea di oscurità. Per questo, il nero nella Chiesa è diventato simbolo di male e avversità, a livello sia fisico che spirituale. È per questo che nel XIII secolo era usato nei periodi di afflizione e penitenza. Visto che il peccato, l’unica vera disgrazia nella vita spirituale, non esclude assolutamente la luce della grazia, il viola ha preso il posto del nero, mantenuto nella liturgia solo il Venerdì Santo”.

Alla fine il viola ha sostituito il nero per l’Avvento, riflettendo ancora un periodo di penitenza, ma non in modo forte come il colore più scuro di tutti.

Tags:
avvento
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni