Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 24 Gennaio |
Santa Marianne (Barbara) Cope di Molokai
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Rosario con il Papa il 12 dicembre in onore della Madonna di Guadalupe

AFP

Jaime Septién - pubblicato il 26/11/21

Una proposta della Pontificia Commissione per l'America Latina che vuole essere un “segno di unità nella differenza”

Papa Francesco, che ha affermato che il messaggio della Madonna di Guadalupe è il messaggio della Chiesa e del suo pontificato, ha accolto la proposta della Pontificia Commissione per l’America Latina (PCAL) di recitare il Santo Rosario in Piazza San Pietro domenica 12 dicembre 2021 alle 10.00. A mezzogiorno, poi, si parteciperà alla recita della preghiera mariana dell’Angelus con il Santo Padre.

La festività di Nostra Signora di Guadalupe, Imperatrice delle Americhe, si celebrerà quest’anno pochi giorni dopo la conclusione in Messico della prima Assemblea Ecclesiale dell’America Latina e del Caribe, in cui si è cercato di far sì che la Chiesa “impari nuovamente ad ascoltare” tutte le dimensioni del Popolo di Dio, in vista del 2031, Quinto Centenario delle apparizioni della Madonna all’indigeno San Juan Diego Cuauhtlatoatzin.

Il Santo Rosario è un segno di “unità nella differenza”

La convocazione della PCAL ha indicato che, “mossi dalla fede, dall’amore e dalla speranza, come Chiesa esprimiamo il nostro amore per la madre di tutti, la Beata Vergine Maria di Guadalupe, in vicinanza e fedeltà al successore di Pietro, Papa Francesco. Per questo, convocati e riuniti con un sentire latinoamericano, reciteremo il Santo Rosario in un segno di unità nella differenza”.

In base alla convocazione, ogni decina sarà affidata a rappresentanti di culture e popoli diversi, esprimendo le proprie intenzioni per tutta la Chiesa cattolica nel mondo, attenti alle grida degli emarginati nelle periferie esistenziali, di fronte allo sguardo fermo e vivo della Vergine che accoglie i suoi figli con queste parole dette a San Juan Diego per la malattia di suo zio Juan Bernardino:

“Ascolta e comprendi, figlio mio più piccolo, che quello che ti spaventa e ti affligge non è niente. Non si turbi il tuo cuore, non temere questa né alcun’altra malattia o angoscia. Non forse qui io che sono tua madre? Non sei sotto la mia ombra? Non sono la tua salute? Non sei forse nel mio grembo?”

In quel momento, lo zio Juan Bernardino ricevette la presenza della Vergine e guarì. Fu a lui, a Juan Bernardino, come Juan Diego convertito da poco al cattolicesimo, che rivelò il nome della sua invocazione, segno di chi vuole la salute e la felicità per il suo popolo.

Insieme al Papa

Il momento di preghiera, animazione e canto culminerà con una preghiera presieduta dal cardinale Marc Ouellet, presidente della PCAL, “in armoniosa sintonia con tutti i fedeli presenti, disponendosi a partecipare alla recita dell’Angelus con il Santo Padre a mezzogiorno”.

Per questo, seguendo le indicazioni di prudenza sanitaria e garantendo fraternamente l’ingresso e la circolazione dei partecipanti in piazza, la PCAL ha invitato a partecipare a questa celebrazione guadalupana: come Popolo di Dio, come comunità latinoamericana e filippina presenti a Roma, residenti e pellegrini, religiosi e religiose, cardinali e vescovi, membri del Corpo Diplomatico e della Curia Romana, tutti.

Tags:
madonna di guadaluperosario
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni