Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 03 Dicembre |
Blanca de Castilla
Aleteia logo
Cultura
separateurCreated with Sketch.

Perché questa croce di Hagia Sophia è speciale?

Fall General Assembly 2021

United States Conference of Catholic Bishops | YouTube | Fair Use

John Burger - pubblicato il 23/11/21

L'arcivescovo greco-ortodosso d'America offre un dono importante a un vescovo cattolico romano come segno di unità

L’incontro autunnale della Conferenza dei Vescovi Cattolici degli Stati Uniti (USCCB) la settimana scorsa è stato testimone di un bellissimo momento di fraternità – non solo tra gli oltre 230 vescovi riunitisi in presenza per la prima volta dall’inizio della pandemia di coronavirus, ma anche tra vescovi di Chiese del mondo cristiano ancora divise.

Al centro dell’incontro c’è stato un simbolo che dovrebbe unire tutti i cristiani: la croce di Cristo.

In un atto storico, l’arcivescovo greco-ortodosso Elpidophoros si è rivolto all’assemblea generale autunnale della USCCB, svoltasi a Baltimora dal 15 al 18 novembre. Elpidophoros è il primate dell’arcidiocesi greco-ortodossa d’America, ma ha partecipato in qualità di Presidente dell’Assemblea dei Vescovi Ortodossi Canonici degli Stati Uniti, accompagnato da vari primati di altre Chiese ortodosse del Nordamerica.

Elpidophoros, 53 anni, che di recente ha ospitato una visita del Patriarca Ecumenico Bartolomeo I di Costantinopoli, il “Primus Inter Pares” della comunione ortodossa, è stato invitato a rivolgersi alla Conferenza dei Vescovi Cattolici degli Stati Uniti dal presidente di quest’ultima, l’arcivescovo di Los Angeles José H. Gomez. 

Al termine del suo discorso di martedì, Epidophoros ha donato a Gomez una croce pettorale d’argento come segno di “affetto e apprezzamento”. La croce è stata realizzata a Istanbul e riprende uno dei monumenti più famosi della città, la cattedrale di Santa Sofia (Hagia Sophia).

“La croce, un dono personale dell’arcivescovo Elpidophoros, è ispirata alla croce giustiniana (nota anche come croce di Hagia Sophia)”, ha riferito ad Aleteiaun portavoce dell’arcidiocesi greco-ortodossa, che ha sede a New York. “È stata realizzata da un gioielliere cristiano ortodosso a Istanbul”.

Il vescovo greco-ortodosso, anch’egli originario di Istanbul, non si è mai riferito alla città con il suo nome attuale turco, usando invece quello storico di capitale dell’Impero Romano d’Oriente, Costantinopoli. Ha definito Santa Sofia, che da secoli non è più un luogo di adorazione cristiana ed è attualmente una moschea, “cattedrale universale della cristianità, la cattedrale della nostra unità”. Santa Sofia, che in greco significa Santa Sapienza, riferendosi al Logos, la Seconda Persona della Trinità, è stata sede dell’arcivescovo di Costantinopoli quando Oriente e Occidente erano ancora in comunione. Uno degli arcivescovi di Costantinopoli è stato San Giovanni Crisostomo, venerato sia dai cattolici che dagli ortodossi.

È a quella comunione che la Chiesa cattolica e quella ortodossa si sforzano di arrivare da decenni, ed Epidophoros ha offerto una panoramica del lavoro svolto da parte americana in questa lotta fin dai primi giorni successivi al Concilio Vaticano II.

  • 1
  • 2
Tags:
croceecumenismoortodossi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni