Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 03 Dicembre |
Blanca de Castilla
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Come inizia una ragazza ad essere clarissa? (FOTO)

COLOMBIA

diocesisdecartagena.org

Alvaro Real - pubblicato il 19/11/21

María, 29 anni, ha professato i suoi voti temporanei come Sorella Povera di Santa Chiara

Vestita da sposa, al braccio del padre, si è avvicinata all’altare sorridente con dei fiori in mano… e lì, ai piedi dell’altare, si è donata formalmente a Dio, sua madre le ha tagliato i capelli e l’ha aiutata a indossare l’abito. No, non era un “matrimonio” normale, ma il Matrimonio di una ragazza con il suo Sposo Divino.

Suor María de los Milagros del Divino Amor ha professato i voti a Lorca (Spagna) dopo tre anni nel monastero delle Sorelle Povere di Santa Chiara. È stato un atto emozionante, celebrato nella chiesa del monastero di Sant’Anna e Santa Maria Maddalena di Lorca.

Le immagini ci aiutano a capire cosa può aver provato la ragazza:

Susana Mendoza Bernal, giornalista e responsabile di reti sociali, racconta sulla pagina web della diocesi di Cartagena com’è andata:

“Vestita da sposa, al braccio del padre, suor María de los Milagros del Divino Amor è entrata in chiesa per professare i suoi voti temporanei come sorella povera di Santa Chiara. Dopo la lettura del Vangelo, la religiosa ha chiesto la sua consacrazione al vescovo”.

Nella nota di spiega la bellezza di tutto il rito, “che assomiglia a quello realizzato dalla fondatrice quando, vestita con i suoi abiti migliori, è fuggita da casa sua per andare alla Porziuncola, dove la aspettava San Francesco d’Assisi”.

“Lì ha scambiato l’abito con un saio, ha indossato un cingolo con dei nodi e si è tagliata i capelli. Lo stesso ha fatto sabato questa religiosa: ha scambiato il suo abito bianco con quello marrone, con cuffia e velo; si è annodata alla vita una corda con tre nodi e sua madre le ha tagliato i capelli, che aveva ornati con piccoli fiori bianchi. Ha anche tolto i tacchi per calzare i sandali propri dell’abito”, spiega la nota.

Si spiega anche cosa significhi tutto questo: “povertà, castità, obbedienza e clausura. Sono voti temporanei, per tre anni, e concluso questo periodo li rinnoverà annualmente per altri due. Dopo quei cinque anni, professerà i voti perpetui”.

  • 1
  • 2
Tags:
clarissevocazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni