Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 23 Febbraio |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Adozione spirituale: un gesto concreto d’amore e di fede nella lotta per la vita

shutterstock_1694225173.jpg

Di zffoto|Shutterstock

Ricardo Sanches - pubblicato il 19/11/21

Attraverso la preghiera, si possono salvare i bambini che corrono il rischio di essere abortiti

Secondo il sito Worldometer, che fornisce statistiche in tempo reale, tra il 1° gennaio e il 18 ottobre 2021 sono stati realizzati circa 37,5 milioni di aborti in tutto il mondo.

Proprio così: quest’anno sono già più di 37 milioni e mezzo le vite eliminate nei modi più crudeli e criminali.

Per questo, dobbiamo unirci in preghiera per salvare vite umane e combattere la cultura della morte e dello scarto. Una delle maniere di farlo è l’adozione spirituale.

L’adozione spirituale

L’adozione spirituale è nata dopo le apparizioni di Nostra Signora di Fatima, in cui Maria ha chiesto di recitare il Rosario e di fare riparazione per i peccati.

Si tratta di un’amorevole accoglienza spirituale attraverso la preghiera, ovvero un impegno a pregare per i bambini in gestazione che corrono il rischio di essere abortiti.

Nella pratica, l’interessato inizia con una preghiera da recitare all’inizio dell’adozione e che può essere la seguente:

“Maria, Vergine Santissima e Madre di Dio, tutti gli Angeli e i Santi! Io… (dire nome e cognome), animato/a dal desiderio di soccorrere i bambini non nati, compio il fermo proposito e prometto che da questo giorno (pronunciare la data) mi impegno nell’adozione spirituale di un bambino, di cui solo Dio conosce il nome, e pregherò ogni giorno, per nove mesi, per la protezione della sua vita e perché dopo la nascita conduca una vita giusta e dignitosa. A questo scopo prometto: – di recitare tutti i giorni la preghiera nell’intenzione del bambino e dei suoi genitori; – di recitare una decina del Rosario; – di compiere il seguente proposito personale (menzionarlo)”.

Nove mesi di preghiera

Poi, ogni giorno per nove mesi, la persona recita uno dei misteri del Rosario e questa preghiera:

“Signore Gesù, per intercessione di Maria, Tua Madre, che Ti ha accolto con amore, e per intercessione di San Giuseppe, uomo di fiducia che si è preso cura di Te dopo la Tua nascita, Ti prego per questo bambino concepito, adottato spiritualmente da me, che corre il pericolo di essere abortito. Tu che gli hai dato la vita, dà a sua madre e agli altri familiari l’amore e il coraggio per lasciarlo vivere. Amen”.

Il partecipante al programma di adozione spirituale può anche aggiungere un proposito quotidiano, ad esempio una buona azione, il digiuno, qualche preghiera o la lettura biblica.

Benefici

Con l’adozione spirituale, noi fedeli speriamo e crediamo che Dio, nella Sua misericordia e onnipotenza, aiuterà il bambino minacciato di aborto a sopravvivere a quel momento difficile. Ancor più di questo, preghiamo Dio perché il bambino venga accolto nella sua famiglia o in quella che lo vuole adottare legalmente.

La preghiera di adozione spirituale può portare buoni frutti nella vita dei giovani. Molti di loro percepiscono il beneficio di questo atto vivendo la castità, intendendo la sessualità come dono di Dio e preparandosi al matrimonio.

Vale la pena di dire che questa preghiera restaura la pace nelle famiglie, curando i cuori feriti di madri e familiari che hanno rifiutato la vita. Dio, perdonando l’aborto, spera che la donna e tutte le persone coinvolte in questo crimine non tornino a commetterlo.

Tags:
abortoadozione
Top 10
See More