Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 04 Dicembre |
San Giovanni Damasceno
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

San Lazzaro da Costantinopoli, a cui bruciarono le mani perché dipingeva icone

IKONA

Tiplyashina Evgeniya | Shutterstock

Dolors Massot - pubblicato il 09/11/21

L'imperatore Teofilo ordinò di bastonarlo e di bruciargli le mani perché dipingeva icone di tematica religiosa

San Lazzaro da Costantinopoli nacque tra l’anno 800 e l’810. Sappiamo che aderì alla vita monastica quando era ancora un bambino, e in monastero imparò a dipingere.

Visse gli ultimi anni della questione iconoclasta, un’eresia che attaccava la Chiesa perché – secondo quello che diceva – faceva adorare le immagini anziché adorare Dio o venerare la Santissima Vergine e i santi. La lotta contro questo errore durò più di mezzo secolo, e nel frattempo Lazzaro subì torture per ordine dell’imperatore Teofilo, visto che realizzava immagini religiose.

Dopo un duro interrogatorio, Lazzaro venne bastonato fino a rimanere incosciente. Perdeva sangue, e i presenti lo diedero quasi per morto. Venne allora gettato in prigione, credendo che lì sarebbe irrimediabilmente morto, ma non fu così, e anzi tornò a dipingere.

Sapendo questo, Teofilo si sentì umiliato e ordinò di bruciare le mani di Lazzaro con un ferro incandescente come lezione pubblica per chiunque avesse osato disobbedirgli.

L’intervento dell’imperatrice Teodora

L’imperatrice Teodora, che venerava clandestinamente immagini religiose, riuscì a ottenere la liberazione del monaco. Alla morte di Teofilo, Teodora avrebbe posto fine al divieto iconoclasta.

Lazzaro venne esiliato nel monastero di San Giovanni Battista.

Al termine dell’eresia, fu protagonista del Trionfo dell’Ortodossia (11 marzo 843).

In seguito venne chiamato a Roma dal Papa perché lavorasse come artista, e si recò nella Città Eterna in due occasioni. Nella seconda morì lungo il cammino, a Galata.

San Lazzaro di Costantinopoli è stato dichiarato confessore e santo dalla Chiesa ortodossa e martire dalla Chiesa latina. È quindi il primo santo pittore della Chiesa, se non si considera San Luca come tale.

Dopo la morte, Lazzaro venne canonizzato e si sviluppò la sua iconografia come santo, che va dalla cultura bizantina in cui visse alla Controriforma barocca.

La sua festa di celebra il 17 novembre.

Tags:
iconesanti e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni