Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 06 Dicembre |
Beato Filippo Rinaldi
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Storie di matrimoni: manca la fiducia?

deception

Dean Drobot - Shutterstock

Mercedes Honrubia García de la Noceda - pubblicato il 05/11/21

Ultimamente, sto assistendo coppie in cui la difficoltà non è solo comunicare, ma la mancanza di fiducia nella persona che si ha al proprio fianco

La fiducia è la qualità di chi è totalmente sicuro di qualcosa o di qualcuno.

Confidare è sapere che la persona che ci accompagna è lì per sostenerci, appoggiarci e ascoltarci quando è necessario.

La fiducia in una relazione è essere sicuri che i propri gesti, le proprie parole o le proprie azioni non saranno interpretati in modo sbagliato, e se ci sono dubbi non c’è problema a chiedere.

Fiducia è sapere che qualunque cosa accada, l’altra persona sarà lì. Ci saranno momenti migliori o peggiori, ma questo fa parte della vita. La chiave è sapere che nell’altro non ci sono cattive intenzioni.

La fiducia è fondamentale in una relazione. Ci vuole molto a vincere e bastano pochi decimi di secondo per perdere, visto che la mancanza di fiducia è il germe di tanti conflitti, e se non ci si lavora su la relazione si può deteriorare.

Al giorno d’oggi può esistere il terrore di pensare che in quell’indipendenza e in quell’autonomia che ci hanno venduto dobbiamo essere persone libere di muoverci, senza legame, e se li abbiamo già acquisiti siamo legittimati a spezzare quegli accordi. L’importante è che io sia felice, e se qualcosa o qualcuno me lo impedisce guardo dall’altro lato. Potrebbe sembrare che a molte coppie manchi la fiducia per pronunciare un “Sì” definitivo al loro impegno, al coniuge, perché c’è sempre l’ombra del dubbio che in qualche momento l’altro ci deluderà.

Se manca questa fiducia, come possiamo dare tutto? Come possiamo impegnarci in un amore definitivo e fecondo? L’amore genera amore, dà vita, ma se non c’è fiducia l’amore può compromettersi.

➡️ Testimonianze d’amore nel matrimonio (FOTOGALLERY)

Silenzio, bugie e mezze verità

La fiducia in una coppia viene spezzata dal silenzio, dalle bugie o dalle mezze verità, dal tradimento del coniuge e dell’impegno preso, ma soprattutto dal tradimento di se stessi, quando non siamo in grado di lottare per quello che abbiamo tra le mani. Questa realtà viene purtroppo vissuta in molte famiglie, anche se si può lavorare per recuperare la fiducia nel rapporto, perché non ci sia mancanza di fiducia.

Come? Mettendoci molto amore. Lo diceva già San Giovanni della Croce: “Dove non trovi amore, metti amore e troverai amore”. E visto che l’amore non è solo un sentimento, nella Amoris Laetitia Papa Francesco ci ricorda che “amare è fare il bene” (AL 94)

Solo confidando per amore giungeremo all’incontro con l’altro (AL 115):

“Questa stessa fiducia rende possibile una relazione di libertà… L’amore ha fiducia, lascia in libertà, rinuncia a controllare tutto, a possedere, a dominare”.

È la fiducia di sapere che siamo insieme nel nostro progetto di vita, nel nostro matrimonio. È la sicurezza di sapere che se cadrò avrò qualcuno che mi aiuterà a rialzarmi, senza rimproveri, con affetto, perché viviamo insieme la stessa avventura.

Confidare significa amare davvero, con un amore vero e fecondo che si rinnova ogni giorno se amiamo davvero. Per questo, dobbiamo amare e credere a quello che abbiamo tra le mani.

Tags:
fiduciamatrimonio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni