Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 06 Dicembre |
Beato Filippo Rinaldi
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Satana si è scatenato contro la Chiesa. Che fare?

Shutterstock

Claudio De Castro - pubblicato il 05/11/21

Non abbiate paura e non discutete con le persone che vi attaccano, ma vivete in santità, pregate e plasmate la verità

“Prendete oltre a tutto ciò lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infocati del maligno”.

Efesini 6, 16

Non esagero dicendo che è in corso una battaglia per la nostra anima. È stato così fin dall’inizio.

Prima il demonio agiva sottilmente nell’ombre, senza essere notato. Ora no. Non gli importa più che si dubiti della sua esistenza.

L’attacco sembra essere frontale contro il Papa e la Chiesa cattolica. Si ha l’impressione che sia iniziata la battaglia, e non è un segreto, è alla vista di tutti.

Il Papa stesso ha chiesto più volte preghiere per la Chiesa per proteggerla dal demonio.

La Chiesa attaccata?

Potete pensare che stia esagerando, è naturale. Vediamo quanto è grave la questione. Prendete un qualsiasi quotidiano e leggete le notizie in prima pagina, e poi navigate un po’ sulle reti sociali.

Oggi danno fuoco alle chiese, la pornografia è alla portata di un clic sulla tastiera e abbonda su Internet, l’ateismo si diffonde come una macchia d’olio sull’acqua e i gruppi che attaccano e deridono la nostra fede e Papa Francesco usano tutti i mezzi possibili.

All’improvviso, il demonio ha costellato il mondo del suo odio per la nostra fede, che alimenta abilmente.

Persone ben addestrate, nemiche della Chiesa, colpiscono il nostro credo usando parole studiate per provocare più confusione e danno possibile.

Offendono, indicano e accusano, tra il silenzio e lo stupore di molti cattolici che non hanno il coraggio di difendere la propria fede.

Il demonio visibile

La bestia, il demonio, non si nasconde più nell’ombra né dissimula. Colpisce frontalmente, senza scrupoli.

Papa Francesco come nessun altro Pontefice ha menzionato più di venti volte il maligno, da cui dobbiamo difenderci e proteggere la nostra Chiesa cattolica.

“A questa generazione, e a tante altre, hanno fatto credere che il diavolo fosse un mito, una figura, un’idea, l’idea del male. Ma il diavolo esiste e noi dobbiamo lottare contro di lui. Lo dice Paolo, non lo dico io! La Parola di Dio lo dice”. 

Di recente Kiko Argüello lo ha riconosciuto: “Dobbiamo ingaggiare una battaglia comune contro la bestia”.

Che fare?Avete due opzioni: rimanere passivi di fronte a tutto ciò che accade o difenderci e lottare.

La Bibbia ci dice in Efesini 6, 11-12:

“Rivestitevi della completa armatura di Dio, affinché possiate stare saldi contro le insidie del diavolo; il nostro combattimento infatti non è contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potenze, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti”.

Non abbiate paura e non discutete con le persone che vi attaccano, ma vivete in santità, pregate e plasmate la verità perché chi legge i vostri commenti non cada nelle loro grinfie, perché seminano dubbi e odio. Confidate in Dio, non abbiate paura e pregate.

Proclamate il Vangelo, insegnate la verità, vivete la vostra fede e offrite il vostro esempio di vita. A volte basta questo per cambiare il mondo, come ha fatto San Francesco d’Assisi.

Dio vi benedica! 

Tags:
chiesadiavolo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni