Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 04 Dicembre |
San Giovanni Damasceno
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Virale: la donna che pulisce le tombe e condivide le storie dei defunti

MANIC PIXIE MOM

manicpixiemom | TikTok | Fair Use

Sarah Robsdottir - pubblicato il 04/11/21

Manic Pixie Mom ha iniziato a condividere su TikTok il suo hobby a maggio

Caitlin Abrams, nota come Manic Pixie Mom su TikTok, ha iniziato nel mese di maggio a condividere il suo hobby di pulire le tombe raccontando al contempo la storia dei defunti. Finora ha già raggiunto più di 1,6 milioni di followers.

“Oggi sto pulendo la tomba di Merit Aldrich, morto nel 1875 a nove mesi”, inizia uno dei suoi video più visionati. “Merit era il terzo figlio dei suoi genitori, e il terzo a morire prima di aver compiuto un anno. È sepolto qui insieme alla sorella Lizzie e al fratello George…” 

La Abrams riferisce poi più informazioni su tutta la famiglia Aldrich, raccolte da Ancestry.comFamilysearch.org,Newspapers.com e varie altre fonti, spiegando anche i suoi metodi di pulizia e come e perché ha avviato questo sforzo. Non menziona motivazioni religiose, parlando piuttosto di “un hobby significativo per una patita della storia”.

I followers della Abrams sono sicuramente attirati da tutto il processo, ma soprattutto dal fatto che una lapide ricoperta di sporco e detriti diventi poi pulita e brillante. Nomi e date emergono chiaramente dove una volta c’era solo muschio, e se come abbiamo detto la Abrams non presenta ragioni spirituali specifiche per il suo hobby, è facile vedere la natura cattolica del suo lavoro.

Come cattolici, riveriamo i defunti, cercando le loro preghiere sante tutto l’anno, ma soprattutto il giorno di Ognissanti.

Abbiamo anche chiari doveri nei confronti di chi è morto, come spiega il Catechismo: pregare per le anime del Purgatorio e ovviamente seppellire i defunti con reverenza.

Guardare la Abrams mentre tira via gentilmente lo sporco dalle date incise su una lapide di 200 anni fa e sentirla pronunciare ad alta voce i nomi dei defunti è ispiratore, come se stesse dicendo al suo pubblico “Forse ‘seppellire i morti’ non è una cosa che si fa una volta per tutte”.

Non stupirebbe se i suoi followers decidessero di recarsi al cimitero il giorno della commemorazione dei fedeli o qualsiasi giorno del mese di novembre armati di guanti da giardiniere e tanta buona volontà.

Tags:
defuntitomba
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni