Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 08 Dicembre |
Immacolata Concezione
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Affidate a un monastero contemplativo le preghiere per i vostri cari defunti

Matilde Latorre - pubblicato il 03/11/21

Il vescovo di Avila, monsignor José María Gil Tamayo, parla del servizio che le religiose e i religiosi di clausura offrono alla Chiesa e al mondo affidando le nostre preoccupazioni a Dio

In occasione della commemorazione dei fedeli defunti, Aleteia sta dando l’opportunità ai suoi lettori di condividere le loro intenzioni di preghiera, in questa occasione con il Monastero dell’Incarnazione di Avila (Spagna).

La comunità delle Carmelitane Scalze in cui ha vissuto per trent’anni Santa Teresa di Gesù affiderà le intenzioni dei nostri lettori nella Messa che si celebrerà il 2 novembre.

Nessuno meglio di monsignor José María Gil Tamayo, vescovo di Avila e noto esperto di comunicazione, può aiutarci a valorizzare il servizio che le religiose e i religiosi contemplativi offrono alla Chiesa e al mondo.

Monsignor José María, che senso ha nella nostra società iperattiva e ipertecnologica che degli uomini e delle donne dedichino la loro vita a pregare per la Chiesa e il mondo?

Sono un promemoria della presenza di Dio nel nostro mondo secolarizzato. Purtroppo si vuole eliminare Dio dall’orizzonte, nasconderlo. Si vogliono relegare i credenti all’ambito della vita privata o all’interno delle sagrestie. La presenza dei contemplativi e delle contemplative è un promemoria del primato di Dio, del fatto che Dio è ciò che conta di più. E questo è positivo. È particolarmente necessario. Abbiamo bisogno di questi promemoria della presenza di Dio. Bisogna rivendicare questa presenza della vita contemplativa, dei monaci e delle monache. Senza Dio non si ha nulla. Ricordandocelo, i contemplativi non solo diventano un modo per levare un grido silenzioso a Dio pregando per il nostro mondo, per la gente, ma ci ricordano anche che Dio ci ama, ci perdona, ci ha salvati nel Suo Figlio Gesù, ci abbraccia e ci porta alla pienezza.

Crede che il mondo cattolico sia realmente consapevole del valore che apportano contemplativi e contemplative con la loro preghiera costante per l’umanità?

Credo che si siano persi gradi di questa consapevolezza della vita contemplativa, forse per la secolarizzazione interna che ha interessato la Chiesa stessa. Papa Francesco ci chiede di essere evangelizzatori con spirito, in pienezza. Senza i contemplativi e le contemplative, senza i monasteri, non staremmo vedendo la pienezza cristiana. Credo quindi che si debba rivendicare il ruolo delle monache di clausura, dei monaci, nella vita reale. È importantissimo. Dobbiamo essere portavoce nelle parrocchie, nelle associazioni, nelle famiglie, nelle scuole, di questa chiamata di Dio: Dio chiama le anime perché si dedichino alla vita contemplativa.

  • 1
  • 2
Tags:
clausuracommemorazione dei defunti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni