Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 24 Gennaio |
Santa Marianne (Barbara) Cope di Molokai
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

Stella del Mattino: un’avventura educativa parentale sotto la protezione di Maria

Courtesy of Stella del Mattino

Paola Belletti - pubblicato il 30/10/21

Siamo già al secondo anno scolastico, qualche numero per dare un’idea delle dimensioni e del ritmo di crescita della scuola:

Allora il primo anno siamo partiti con una classe sola, mista, con metà ragazzi di prima e metà di seconda. Ne abbiamo portati 10 all’esame di idoneità e insomma ce l’abbiamo fatta.

(Ogni anno è obbligatorio passare un esame presso un istituto pubblico, paritario o statale, per verificare che gli obiettivi di competenze previsti dall’anno scolastico siano raggiunti, Ndr)

Quest’anno gli studenti sono 30 e abbiamo tutte e tre le classi: la prima con 12, la seconda dove sono in 10 e la terza che ne conta 8. E continuiamo a ricevere richieste, da persone interessate sia per aggiungersi in corso d’anno sia per l’anno prossimo.

Fra 5 anni come vedi la Stella del Mattino?

La vedo bene e devo dire che sono soprattutto “i padri fondatori” che mi stupiscono, per l’ energia e la dedizione che ci mettono. Oggettivamente al di là dell’insegnamento e del coordinamento con tutti i docenti, tutto il resto lo fanno loro ed è un lavoro enorme.

Il futuro della scuola dipenderà da quanto reggono loro. C’è poco da dire: la scuola deve essere di qualcuno. Finché esiste un io, anzi un noi che regge e ha a cuore l’opera, questa cresce e funziona. Gli insegnanti sono importanti, ma l’identità della scuola la fanno alcuni che la vivono come cosa loro e in nome di questo chiamano altri a collaborare alla loro opera e ognuno dà il pezzo che può.

La richiesta c’è: in un solo anno siamo triplicati, avendo dovuto dire dei no per non superare il limite dei 12. Ci sono anche persone che vengono da lontano, qualcuno si è trasferito apposta addirittura. L’offerta della scuola pubblica della zona non fa una concorrenza spietata e finora la nostra è un’esperienza positiva per cui anche il passaparola corre veloce. I numeri per farla ci sono e ci saranno, tutto sta alla forza di chi la regge.

E’ vero i papà fanno moltissimo, senza risparmiarsi, ognuno a seconda del carico familiare e del tempo che può mettere a disposizione; e anche tu fai tanto, di sicuro non per il riscontro economico. Cosa spiega tanta profusione di energie,

Io credo che sia questo: ogni adulto ad una certa età capisce che deve dare la vita per l’opera di un Altro. Pensa alla bellissima parabola degli operai dell’undicesima ora che spesso non si capisce: perché erano tristi? perché nessuno li aveva ancora chiamati a lavorare! Chi era già nella vigna del padrone non si rende conto che la vera grazia è essere chiamati a lavorare fin dal mattino. Un uomo ha bisogno di essere chiamato a lavorare per l’opera di un altro. Capisce che le sue energie deve spenderle per qualcosa di grande: una volta era la cattedrale, o un regno, la Chiesa. Ecco, questa scuola può essere tutto questo, se uno ne ha coscienza.

Devo dire che questo squarcio sulla dimensione ideale fa respirare a pieni polmoni e mostra orizzonti grandi anche in una cosa piccola, un pezzo di bene da presidiare. E se sorgono tensioni come si gestiscono le divergenze tra adulti secondo te?

Bè ma questa è l’esperienza normale della chiesa: ci sono le sporcizie e le brutture degli esseri umani. Guardando la Chiesa non è che non veda le storture; persino tra noi così pochi non c’è sintonia totale, ma a me non interessa nemmeno che ci sia armonia su tutto. Le evidenti differenze non sono un problema perché è molto chiara l’idealità di fondo per cui ognuno fa il suo pezzo; non dobbiamo pensarla tutti allo stesso modo; la questione è che ci sia convergenza e disponibilità a un cammino. Finché dura e loro reggono la Stella del Mattino ha un futuro ed è legato a questo. I ragazzi ci saranno, le famiglie che cercano di educare in un certo modo anche.

Forse chi ci ha letti fino qua ha una curiosità sul nome: perché Stella del Mattino?

E’ una discreta ma chiara dedica alla Madonna alla quale i fondatori hanno voluto affidare la loro opera. Ogni mattina c’è un momento di preghiera, guidato dai genitori, che contribuisce a nutrire questa coscienza. E poi veicola l’idea della stella che dirige il cammino: l’educazione e la crescita sono un cammino che ha uno scopo, un destino e (diremmo noi) una compagnia. Tra i titoli mariani è uno dei più suggestivi.

A proposito di “mariano”. Una mattina è toccato a me il momento della preghiera inziale e parlavamo proprio di Maria, che è Madre di Dio e anche Aiuto dei cristiani e molto altro…Ad un certo punto ho chiesto se conoscessero qualche altro titolo mariano. Salta su una ragazza esclamando “Ma chi è questo Mariano?”

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
educazionescuola
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni