Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 24 Gennaio |
Santa Marianne (Barbara) Cope di Molokai
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Due Papi hanno pensato di rinunciare prima di Benedetto XVI 

BENEDICTUS XVI

Giuseppe Ruggirello-(CC BY-SA 3.0)

Ary Waldir Ramos Díaz - pubblicato il 29/10/21

Quali elementi possiamo considerare, dal punto di vista medico, nella rinuncia di Papa Benedetto XVI?

Benedetto XVI è durato più da Papa emerito che da Papa. Credo che nessuno, neanche lui forse, pensava che avrebbe vissuto tanto tempo, perché in quel momento anche chi lo conosceva dai suoi tempi migliori lo vedeva impacciato, con qualche difficoltà anche a camminare, con una voce molto attenuata. È quindi evidente che il tema della salute sia stato presente, e nessuno immaginava che la sua sopravvivenza al pontificato sarebbe stata così prolungata. È un dato sorprendente per tutti, oserei dire anche per lui. Ricordo che disse “Sono agli ultimi passi del mio peregrinare”. E sono passati già otto anni!

È possibile che il ritiro di Benedetto XVI a una vita di preghiera e tranquillità sia stato quasi una medicina che gli allunga la vita?

È possibile che il fatto di sentirsi alleviato dal trambusto sia stato un aiuto per Benedetto XVI, perché vivere sotto stress, oltre a quello che ha dovuto affrontare con il tema dei Vatileaks e tutto il resto, deve avergli pesato molto. A livello medico, è probabile che la tranquillità gli abbia allungato la vita.

In tutti gli uomini dopo i 40 anni c’è un declino nelle forze fisiche. Come lo spiega a livello medico in Benedetto XVI, e come vede i motivi della sua rinuncia?

Benedetto XVI aveva avuto il precedente di un piccolo incidente cerebro-vascolare e ha poi avuto episodi di cadute, fratture e altro, e quindi c’è stato un peggioramento dello stato di salute. È una congettura: credo che a Benedetto XVI sia pesato molto quello che ha visto con Giovanni Paolo II, ed è possibile che non volesse ripetere ciò che si è vissuto in quel momento, perché la malattia di Giovanni Paolo II e la sua incapacità di muoversi, di parlare e altro hanno avuto conseguenze nella gestione politica del Vaticano. Credo che non volesse una ripetizione di quella storia.

Ritiene che Papa Francesco potrebbe seguire lo stesso esempio di Benedetto XVI e rinunciare se gli venissero a mancare le forze fisiche? 

Credo che la volontà di Francesco sia quella di portare avanti il suo pontificato fino alla fine dei suoi giorni, salvo nel caso in cui compaia una malattia molto invalidante. È questa la mia impressione. Ho chiesto a Papa Francesco (intervista che si trova nel libro) ‘Come immagina la sua morte?’ Mi ha risposto: ‘Come Papa, in funzione o emerito. E a Roma. Non tornerò in Argentina’. L’idea è che finché avrà forza continuerà a esercitare il pontificato. Ho posto la domanda per via delle speculazioni sulla sua rinuncia.

Ovviamente, finché Benedetto XVI sarà vivo, e speriamo ancora per molti anni, le possibilità di una rinuncia sono più complesse, perché l’esistenza di due Papi emeriti per il Vaticano sarebbe se non una complicazione quantomeno un elemento di incertezza. Lo dico in base a una valutazione astratta e logica.

POPE FRANCIS

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
papisalute
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni