Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 08 Dicembre |
Immacolata Concezione
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile

VENEZUELA

@gotasevzla

Ramón Antonio Pérez - pubblicato il 20/10/21

Lo sguardo tenero di una giovane madre affetta da paralisi verso il figlio neonato commuove le reti sociali

Il piccolo Miguel de Jesús è venuto al mondo il 12 ottobre 2021 a Guanare, in Venezuela. Sarà sottoposto al test del DNA per sapere chi è l’uomo che ha abusato di sua madre, la 21enne María Alejandra Yánez. La giovane madre è disabile; vive su una sedia a rotelle e non è in grado di parlare. Nonostante tutto, il suo sorriso mentre guarda il bambino rivela i suoi sentimenti e il suo cuore di madre.

Secondo quanto riferisce l’organizzazione non governativa Gotas de Esperanza Venezuela, la famiglia di María Alejandra è formata da contadini della regione di Guanare. Per via delle difficoltà economiche, sono andati a Caracas in cerca di lavoro e hanno affidato la ragazza a dei conoscenti. “Sono distrutto, non so cosa fare”, ha detto il padre in un video della ONG parlando dello stupro di María Alejandra.

La gravidanza è andata avanti, e la famiglia non ha mai pensato all’aborto. In questo periodo, i membri della ONG hanno offerto tutto il sostegno necessario per preparare l’arrivo del bambino.

“Ciao, mondo. Benvenuto al mondo, Miguel de Jesús. Ti daremo molto amore”, hanno scritto il 12 ottobre.

View this post on Instagram

A post shared by 𝐆𝐨𝐭𝐚𝐬 𝐃𝐞 𝐄𝐬𝐩𝐞𝐫𝐚𝐧𝐳𝐚 𝐕𝐞𝐧𝐞𝐳𝐮𝐞𝐥𝐚 (@gotasevzla)

L’immagine ha commosso tutti coloro che hanno accompagnato il caso. La madre, nonostante la sua paralisi, lancia uno sguardo affettuoso al figlio appena nato.

L’11 ottobre, la ONG ha scritto: “María Alejandra è stata abusata ed è rimasta incinta”. “Oggi abbiamo bisogno di aiuto per mettere al mondo il bambino. La sua famiglia ha poche risorse, e siamo qui per aiutarla in ciò che serve”.

È stata poi diffusa una lista di cose necessarie. “Abbiamo bisogno di comprare materiale medico, pannolini, latte in polvere (la madre non potrà allattare). Dobbiamo anche comprare un letto e un materasso per María Alejandra, che dorme in condizioni precarie”.

È cominciata così la campagna per portare al mondo Miguel de Jesús. L’iniziativa è stata una risposta d’amore all’atto indegno e criminale che un estraneo che ha commesso contro una ragazza che non può difendersi.

C’è un colpevole e sappiamo che verrà fatta giustizia (…). Ora dobbiamo preoccuparci di madre e figlia e aiutarli ad andare avanti”, hanno scritto i membri della ONG.

“Vi chiediamo solo di aiutare questo bambino a venire al mondo sano. Abitano a due ore e mezza da Guanare, ci occuperemo del trasferimento e dell’alloggio a Guanare il giorno del cesareo”, hanno detto prima che entrasse in ospedale.

La ONG Gotas de Esperanza è stata fondata nel 2017 e opera nella regione venezuelana di Guanare con i bambini e le donne in condizioni più disagiate.

Tags:
disabilestupro
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni