Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 23 Febbraio |
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

L’ultima lettera di un martire a sua madre

JUAN ELIAS MEDINA

diocesisdecordoba.com

Kathleen Hattrup - pubblicato il 18/10/21

È una gioia poter offrire un figlio a Dio

Il 16 ottobre, sono state beatificate a Córdoba (Spagna) altre 127 vittime della Guerra Civile Spagnola. Gli anni di questa guerra, noti come Terrore Rosso, hanno portato all’uccisione di circa 6.800 sacerdoti e religiosi.

Quasi 2.000 di questi sono stati beatificati, e sono in corso le cause di un egual numero di persone. Tra i beatificati a Córdoba ci sono 79 sacerdoti, 5 seminaristi, 3 religiosi, una religiosa e 39 laici.

Tra loro c’è padre Juan Elías Medina, ucciso a 33 anni il 25 settembre 1936.

Quando il suo breviario venne portato via dalla prigione, gli si trovò dentro una lettera indirizzata a sua madre:

Madre,

mentre scrivo sembra che venga decisa la mia condanna a morte. Nonostante questo, scrivo calmo. Dio ti dia la forza per ricevere questa notizia. È una gioia poter offrire un figlio a Dio, e se Egli lo desidera tu ne offrirai uno. Sperando di rivederci in Paradiso, prega spesso dicendo “Mio Signore e mio Dio”, e se puoi fai una buona Confessione, e così vivremo insieme per sempre nella gloria.

Dì a chi chiede di me di pregare molto per la mia anima, che ne avrà tanto bisogno. Ai miei fratelli, dico di essere bravi e di non smettere di pregare per me. E soprattutto, pensa che tuo figlio muore felice, e in questo momento più che mai ti vuole bene.

Tuo figlio Juan

Tags:
guerra civile spagnolamartire
Top 10
See More