Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 30 Giugno |
Santi Protomartiri Romani
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

India: religiose e fedeli attaccati per pretese “conversioni forzate”

INDIA

Shutterstock | Zvonimir Atletic

Miércoles de Ceniza en Mitrapur, Bengala, India

Agnès Pinard Legry - pubblicato il 14/10/21

Diverse religiose e una cinquantina i fedeli sono stati attaccati, domenica 10 ottobre 2021, da un gruppo di estremisti indù nello Stato di Uttar Pradesh, a nord dell’India.

Ancora una volta cristiani nel mirino, in India. Delle religiose e una cinquantina di fedeli sono stati attaccati da un gruppo di estremisti indù per delle pretese “conversioni forzate” nello Stato di Uttar Pradesh, a nord dell’India. 

Domenica 10 ottobre, membri dei gruppi indù radicali “Bajrang Dal” e “Hindu uva Vahini” hanno trascinato a forza al posto di polizia vicino sette fedeli cristiani, e in cella questi hanno passato la notte – riporta l’agenzia Fides. Nello stesso momento, due religiose francescane sono state condotte a forza, nel corso di un’altra retata, al posto di polizia – e lì detenute per sei ore. Si trovavano alla stazione degli autobus quando una delle due ha chiesto gli orari dei bus. Sono state allora aggredite verbalmente, arrestate e condotte nella prigione in cui già altri cristiani si trovavano. La religiosa ha dichiarato all’agenzia Fides: 

Siamo rimaste scioccate, quando siamo state condotte al posto di polizia col pretesto che avremmo fatto parte di una comunità cristiana implicata in conversioni religiose forzate: è completamente falso. 

La denuncia è stata sporta da un induista, tale Radheshyam Singh, che ha provocato gli arresti. Il querelante ha preteso che le misure sanitarie contro il Covid-19 non fossero state rispettate, e che le due fossero 

implicate nella conversione di altre persone al cristianesimo mediante mezzi illeciti, come la fornitura di manodopera e denaro. 

Aggressioni in aumento 

Stando ad ADF International, una ONG che porta presso istituzioni internazionali una prospettiva cristiana su grandi questioni sociali, nell’Uttar Pradesh si registrano dal 2017 374 casi di violenza documentati contro i cristiani. Le aggressioni sono in aumento da quando il governo dello Stato ha adottato la “legge anti-conversione”, nel settembre 2020. Nella maggior parte dei casi, gli estremisti assaltano le sale di culto o le case dei cristiani e interrompono le loro riunioni, danneggiano i loro beni, vandalizzano le loro bibbie e li traducono alla Polizia. 

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio] 

Tags:
indiainduismopersecuzione cristiani
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni