Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 23 Ottobre |
San Giovanni da Capestrano
Aleteia logo
home iconSpiritualità
line break icon

Alla scuola di preghiera di Teresa d’Ávila (4/5): ritrovare la gioia

Marzena Wilkanowicz-Devoud - pubblicato il 14/10/21

A pochi giorni dalla festa di santa Teresa d’Ávila, che cade il 15 ottobre, Aleteia propone un percorso per mettersi alla scuola della grande mistica spagnola e imparare con lei a pregare meglio. Oggi tre consigli di santa Teresa per ritrovare la gioia.

Chi, nella sua vita spirituale, non è stato almeno una volta invaso dal dubbio, da una grande delusione e insomma da un forte desiderio di mandare tutto all’aria? Chi non è stato profondamente triste a causa del silenzio di Dio, quando un piccolo segno da parte sua avrebbe potuto cambiare tutto? Se la fede è un esercizio, anche una lotta, come condurla a buon segno se talvolta anzi ci deprime? Come vincere i propri demonî, che sembrano tanto convincenti, e ritrovare la gioia e la buona energia per avanzare nella vita? Ecco tre consigli di santa Teresa d’Ávila. 

1Lasciarsi portare dallo Spirito Santo

Béatrice, 69 anni, professoressa di leggere, madre di due figli e nonna di sei nipoti, laica impegnata nel Terz’Ordine carmelitano, pratica l’orazione (preghiera silenziosa) da più di 40 anni. Ha conosciuto nella sua vita spirituale momenti di tristezza, di paura o di dubbio; ha però sempre perseverato, grazie a questo consiglio datole un giorno da un gesuita: 

A 25 anni, in una scuola di preghiera, mi hanno invitato a scoprire l’adorazione di 4 ore al giorno… Sentendomi completamente soverchiato da un impegno simile, un gesuita mi ha detto di mollare la presa, di vivere soltanto il momento presente, perché sarà lo Spirito Santo a pregare in me. 

A partire da quel ritiro, Béatrice ha preso a consacrare una mezz’ora al giorno all’orazione: 

Quando i miei bambini erano piccoli, la prima difficoltà era trovare il momento migliore nella giornata. Certamente ci sono quelli che si trovano meglio al mattino, altri invece alla sera… Quanto a me, tra il bambino, gli studi e gli orari di mio marito… il momento più tranquillo della giornata, buono per pregare, arrivava alle 21:30. Avevo sempre bisogno di un supporto concreto come punto d’ancoraggio del mio tempo di orazione: un passo della Bibbia, un testo di un santo, un salmo. Da un certo punto in poi, bastava una sola parola o un solo versetto letto per entrare nella preghiera. 

2Lasciarsi guarire da Dio

Secondo santa Teresa d’Ávila, Dio può condurre a sé le anime attraverso numerose vie, ma la preghiera è “il cammino sicuro”. Lasciare questo sentiero significa perdersi (Vita 19,6). Béatrice ha avuto lunghi momenti di aridità, e la tentazione di lasciar perdere la preghiera era sempre lì. Poi un giorno qualcosa è scattato, luminosamente, durante un ritiro: 

Ho preso coscienza quel giorno che il Signore è amore, che mi ama, che è presente. Una grande grazia che mi ha insegnato a vivere meglio, per l’avvenire, i momenti di preghiera. 

Certamente, non tutti i giorni abbiamo delle grazie sensibili, ci sono momenti duri, ma una cosa è sicura: anche durante i periodi di aridità spirituale la preghiera guarisce e la Parola di Dio aiuta a prendere coscienza di punti precisi da guarire. 

3Rendere il cuore attento e desto

Ma allora qual è il nesso tra l’orazione e le grazie che si ricevono, anche se si è nel dubbio? Perché quelli che praticano l’orazione parlano di luci folgoranti e impreviste? Per Dio – risponde Teresa d’Ávila – 

tutti i tempi sono buoni per accordare le sue grazie a chiunque lo serva sinceramente. 

Fondazioni 4,5 

È l’esperienza spirituale di Béatrice: 

Credo che uno dei frutti della vita di preghiera regolare consista nel rendere il cuore attento e desto. Quando si ricevono certe luci, si avverte immediatamente che il Signore è lì, presente alla nostra interiorità. Egli è colui che illumina nella sua grazia una ferita, una relazione, un evento. 

La gratitudine verso Dio, che è un elemento fondamentale di una vita di orazione – sottolinea ancora Béatrice, la quale cerca oggi di trasmettere ai suoi nipoti la gioia immensa di essere amata da Dio e di amarlo –, 

manifesta che si accoglie l’amore di Dio: un amore concreto, preciso, che salva. 

Applicando questa parola della mistica spagnola, per pregare 

l’essenziale non è pensare molto, ma molto amare. 

Dimore 4,1 

e questo è il solo motore per 

vincere il pessimismo e generare buone iniziative. 

Dimore 7,4 

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio] 

Tags:
preghierasanta teresa d'avilavita spirituale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
SQUID GAME, NETFLIX
Annalisa Teggi
Squid game, il gioco al massacro è un mondo senza misericordia
7
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni