Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 23 Ottobre |
San Giovanni da Capestrano
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

“La volpe perde il pelo ma non il vizio”, disse Papa Luciani al “suo” vescovo

public domain

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 14/10/21

Aneddoti sul "Papa del sorriso", che durò al soglio di Pietro soli 33 giorni. “Padre Santo posso dire che ho parlato con Lei per telefono?”. “Sì, sì dica che l’ho chiamata io al telefono”

Sono trascorse meno di 24 ore dall’elezione di Papa Luciani, avvenuta il 26 agosto 1978. Il pontefice, che durò al soglio di Pietro soli 33 giorni, riceve la telefonata di un caro amico, monsignor Maffeo Ducoli (1918-2012), nominato vescovo delle diocesi di Belluno e Feltre il 7 ottobre 1975. 

Papa Luciani – prossimo beato dopo che Papa Francesco il 13 ottobre 2021 ha riconosciuto un miracolo per sua intercessione – è originario di Canale d’Agordo, un paesino del bellunese che ricade nella diocesi guidata da monsignor Ducoli.

E’ per questo che Ducoli ha pensato di fargli un omaggio, e vuole informarlo chiamandolo in Vaticano, dove si trova da quando è stato eletto Papa.

Questo aneddoto, che evidenzia la semplicità e la bontà di Albino Luciani, è riportato da Nicola Scopelliti e Francesco Taffarel nel libro “Lo stupore di Dio – Vita di Papa Luciani” (edizioni Ares). Ecco il contenuto di quella simpatica telefonata.

“Il Papa è in cappella, sta pregando”

Nel pomeriggio del 27 agosto 1978 monsignor Ducoli si reca a Canale d’Agordo, paese natale di Albino Luciani, per celebrare la Messa di ringraziamento della sua elezione avvenuta il giorno prima.

«Chiesi per telefono al segretario don Diego di domandare al nuovo Papa se potevo portare la sua benedizione ai fedeli». Risposta: “Il Papa è in cappella, sta pregando”. “Se possibile – insistette mons. Ducoli – fammi avere la risposta presto, perché a Canale molta gente mi attende”. Dopo una decina di minuti, squilla il telefono. Don Diego: “Le passo il Patriarca”, ma subito si corregge: “Le passo il Santo Padre”. 

La telefonata 

La telefonata tra il pontefice e il vescovo inizia così:

“Vede – dice Papa Luciani – la volpe cambia il pelo (vestito), ma non il vizio (di telefonare)”. “Padre Santo, a Belluno c’è gioia incontenibile, perfino il batacchio di una campana della Cattedrale è caduto a forza di suonare”. “Io questa notte non ho dormito. Perché hanno eletto me, dovevano eleggere uno più bravo di me. Pregate tanto per me”. “Tutto il mondo prega per il nuovo Papa, ma evidentemente, questa sua benedizione ai fedeli riuniti a Canale per la Messa di ringraziamento?”. “Sì, sì a mio fratello, a mia sorella, ai parenti e amici, a tutti. Preghino per me”. 

“Dica che l’ho chiamato io al telefono”

A questo punto, osserva il vescovo di Belluno, «mi nasce il dubbio. La gente si domanderà se sono realmente autorizzato a partecipare la benedizione del Papa. Pertanto, chiedo: “Padre Santo posso dire che ho parlato con Lei per telefono?”. “Sì, sì dica che l’ho chiamato io al telefono”».

Queste parole rivelano, ancora una volta, la semplicità e lo stile di vita di Papa Albino Luciani che gli autori del libro “Lo stupore di Dio” mettono bene in rilievo nel riferire i colloqui con la gente, le omelie, gli aneddoti del loro vescovo.

Il Papa del catechismo

Ancora mons. Ducoli: «Ricordo che durante la Sede vacante, alla vigilia del Conclave, un Cardinale mi chiese: “Tu che cosa pensi del card. Luciani”. Risposi: “Se lo fate Papa, i discorsi alle Udienze generali del mercoledì saranno una catechesi semplicissima, stupenda”. Così è stato nei 33 giorni del suo pontificato.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE“Lo stupore di Dio – Vita di Papa Luciani” (edizioni Ares)”

Tags:
albino luciani
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
SQUID GAME, NETFLIX
Annalisa Teggi
Squid game, il gioco al massacro è un mondo senza misericordia
7
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni