Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 23 Ottobre |
San Giovanni da Capestrano
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro Papa Francesco

BERGOGLIO

Family Bergoglio

Il giovane Jorge Bergoglio.

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 12/10/21

Jorge Bergoglio scrisse una letterina "profetica" alla sua amichetta Amalia. Avevano solo dodici anni ed è stato un amore platonico che non è andato oltre quella prima dichiarazione d’amore

La giovinezza di Papa Francesco è stata segnata dalla presenza di una cotta per un ragazzina sua coetanea. Fu una parentesi “rapida”, di passaggio, a soli 12 anni, nel 1948, ma che segnò la sua adolescenza. D’altro canto anche il futuro pontefice era fatto di “carne ed ossa”.

Jorge Bergoglio frequentava in quel periodo le scuole salesiane a Buenos Aires. Di fatto, è stato lì, mentre era in prima media, che ha sentito la prima chiamata al sacerdozio, si legge nel libro “Gli anni oscuri di Bergoglio” (Ancora editrice), a cura di Javier Cámara e Sebastián Pfaffen . Ma prima che accadesse questo, avvenne la “cotta”, riportata con un aneddoto simpatico, che vide protagonista il giovanissimo Bergoglio.

Jorge-Mario-Bergoglio-Pope-Francis-AFP
Bergoglio a Buenos Aires con i suoi amici negli anni ’50.

La lettera di Bergoglio ad Amalia

“L’unica lettera che lui mi ha inviato mi è costata un po’ di botte da mio padre. Lui aveva disegnato una casetta bianca con il tetto rosso e sopra c’era scritto: ‘Questa casetta la comprerò quando ci sposeremo. Se non mi sposo con te, mi faccio sacerdote’, così mi scrisse, e lo ha fatto”. Il racconto è quello di Amalia, una donna che vive nel quartiere di Flores, a Buenos Aires, intervistata da decine di giornalisti argentini il giorno dopo che il suo “fidanzato” di quando era ragazzina è diventato Papa Francesco. Avevano solo dodici anni ed è stato un amore platonico che non è andato oltre quella prima dichiarazione d’amore.

Il lavoro viene prima dell’ “amore”

Era poco più di un ragazzino, però quello stesso anno in cui suo padre lo iscrisse alle superiori gli disse: “Conviene che allo stesso tempo incominci a lavorare, durante le vacanze ti troverò qualcosa”. L’idea del padre lo destabilizzò, perché come lui stesso ricorda non avevano necessità economiche che potessero giustificare tale decisione. “Non ci avanzava niente, non avevamo la macchina né andavamo in vacanza, però neanche ci mancava nulla”. Comunque obbedì e cominciò a fare le pulizie nello studio di commercialisti dove lavorava il padre. Tre anni dopo in una fabbrica di calze e negli ultimi mesi delle superiori in un laboratorio di analisi chimiche. Insomma il tempo per pensare ad Amalia non c’era. E così, la cotta adolescenziale per la possibile fidanzatina sfumò. 

Nel laboratorio di analisi

In varie occasioni, ricordando quella volontà del padre di trasmettergli l’amore per lo studio e per il lavoro, Bergoglio lo ha ringraziato: “Il lavoro è stata una delle cose che più mi hanno fatto bene nella vita e in particolare nel laboratorio ho appreso il bene e il male di tutto il lavoro umano”.

In quel periodo lavorava dalle 7:00 alle 13:00. Poi, dopo pranzo andava a scuola fino alle 20:00. Era un laboratorio di analisi di materie grasse, acqua e cibo. Bergoglio collaborava facendo il controllo bromatologico dei campioni inviati dalle fabbriche. Di Amalia, invece, il futuro Papa Francesco non ne ha più parlato. 

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO “Gli anni oscuri di Bergoglio”.

Tags:
papa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
SQUID GAME, NETFLIX
Annalisa Teggi
Squid game, il gioco al massacro è un mondo senza misericordia
7
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni