Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 18 Agosto |
Santa Chiara della Croce da Montefalco
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Sacerdote salvato dalla “mano di Maria” durante il terremoto a Haiti

HAITI-PERE-CATOR-1-1-1-e1631031345107.jpg

Max-Savi Carmel

Max-Savi Carmel - pubblicato il 12/10/21

Mentre Haiti si riprende lentamente da un terremoto che ha provocato centinaia di vittime, la storia di padre Albert Cator ispira stupore e riconoscenza

“Non c’è dubbio sul fatto che la mano di Maria sia stata lì”, dice padre Ellince Martyr, superiore provinciale degli Oblati di Maria Immacolata (OMI), di cui padre Cator è membro. Padre Jean Marcel Louis, portavoce della diocesi di Cayes, nel sud del Paese, ha riferito ad Aleteia di aver “immediatamente pensato alla Madre di Cristo”.

Padre Cator si trovava in bagno quando si è verificato il terribile terremoto, cogliendolo completamente alla sprovvista. Al seminario di Mazenod, a circa 2200 chilometri da Port-au-Prince), l’edificio di tre piani, in cui viveva al primo, è letteralmente collassato su di lui. Il sacerdote ha poi aspettato più di cinque ore di ricevere aiuto.

Alla Casa Provinciale di Port-au-Prince, padre Albert, traumatizzato, trascorre ogni giorno ore seduto in cortile, il pensiero costantemente rivolto agli eventi avvenuti alla vigilia della festa dell’Assunzione. A 62 anni e con una storia che ha commosso tutta la diocesi di Cayes, il religioso si sta riprendendo lì.

Ha bisogno di aiuto psicologico? La sua risposta è chiara: “La preghiera e il sostegno della mia comunità sono già abbastanza”. Un passo della Bibbia lo ha aiutato in modo particolare: “Signore mio Dio a te ho gridato”.

HAITI-PERE-CATOR-3-1.jpg

Il sacerdote, che ha problemi visivi, era in bagno quando ha sentito un forte rumore e ha sentito tutto l’edificio ondeggiare.

“I tre piani sono collassati”, ha detto, e “un violento movimento del bagno mi ha improvvisamente disorientato… Senza questo movimento imposto dalla forza del terremoto, avrei avuto difficoltà a respirare, perché sono rimasto intrappolato sotto il calcestruzzo ma davanti a una bolla d’aria”, ha spiegato padre Cator. “E allora ho capito che nulla accade per caso”.

Quanto ai soccorritori, visti i rischi hanno potuto tirarlo fuori solo a mani nude mentre continue scosse di assestamento li costringevano a tirarsi indietro. “Quando mi hanno raggiunto, però, le scosse si sono miracolosamente interrotte”, ha dichiarato. “È stata la mano di Maria”, ha concluso sorridendo padre Martyr, presente alla nostra intervista.

  • 1
  • 2
Tags:
haitisacerdote
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni