Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 25 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

“Guarda, Gesù è morto”. Così Nonna Rosa insegnava la fede al piccolo Bergoglio

i-Media

Bergoglio in compagnia della nonna Rosa.

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 08/10/21

Nonna Rosa è stata un pilastro fondamentale della religiosità famigliare e personale dei Bergoglio. Questa relazione così speciale che da piccolo visse l’attuale pontefice

Nonna Rosa è stata più di una seconda mamma per Jorge Bergoglio. E’ stata lei a tramandargli la preghiera e la devozione popolare.

Il libro gli “Anni oscuri di Bergoglio” (Ancora editrice), a cura di Javier Cámara e Sebastián Pfaffen, ricostruisce questo rapporto speciale tra il futuro Papa Francesco e Rosa Margarita Vassallo, coniugata Bergoglio.

Militante dell’Azione Cattolica 

Rosa aveva conosciuto Giovanni, il nonno di Jorge Bergoglio a Torino. Prima di allora, ognuno per conto proprio, erano giunti dalla campagna a questa grande città, in cerca del progresso che prometteva lo sviluppo industriale. Però non cercavano solo il progresso, cercavano anche Dio. Rosa era una militante attiva della nascente Azione Cattolica, al punto di indire conferenze pubbliche sulla responsabilità del cristiano. “Una di queste conferenze – ricorda Bergoglio – è stata pubblicata con il titolo “San Giuseppe nella vita della donna nubile, della vedova e della donna sposata”. Sembra che mia nonna dicesse cose che non andavano bene alla politica di allora – aggiunge Bergoglio in un altro paragrafo –. Una volta le chiusero la sala dove doveva parlare, e allora ha fatto la conferenza per strada, salendo su un tavolo”.

Dal loro matrimonio nacque Mario, il papà del futuro Papa. Nonna Rosa e il marito Giovanni emigrarono in America a trovare fortuna. Approdarono a Buenos Aires, dopo un viaggio in nave, il 25 gennaio 1929.   

Bergoglio-family-of-Pope-Francis-in-his-young-years
Il piccolo Jorge Bergoglio.

Le storie dei santi 

“È stata lei che mi ha insegnato a pregare, mi ha segnato molto nella fede, mi raccontava le storie dei santi”, spiegò Bergoglio, quando era cardinale, in un’intervista alla radio della parrocchia di Nostra Signora dei Miracoli di Caacupé, nella baraccopoli d’emergenza. 

Nella lettera a padre Bruno, Bergoglio dice senza giri di parole che sua nonna è stata “la donna che ha avuto maggiore influenza” nella sua vita.

La protezione dei nonni

Nonna Rosa è stata un pilastro fondamentale della religiosità famigliare e personale dei Bergoglio. Questa relazione così speciale che da piccolo visse l’attuale pontefice, è senza dubbio uno dei motivi che lo portano permanentemente a reclamare rispetto e protezione per i vecchi, per i nonni, per le persone anziane che sono alla fine dell’esistenza.

Il Cristo morto

Lo stesso pontefice ha raccontato qualche episodio in più: “Quando ero bambino, mia nonna ogni venerdì santo ci portava alla processione con le candele e alla fine, quando passava la statua del Cristo giacente, ci faceva inginocchiare e ci diceva: ‘Guardate, è morto, però domani risusciterà!’. Così ci ha introdotti alla fede”.

La pietà popolare

Con gli anni, Bergoglio troverà un nome per quella fede che ha sperimentato da bambino. La pietà popolare diventerà una risorsa chiave della sua vita e della sua fede. Tanto che, nominato arcivescovo e creato cardinale da Giovanni Paolo II, quando coordinò la redazione del documento della Quinta Conferenza Episcopale Latino americana realizzata ad Aparecida, in Brasile, nel 2007 la definirà come “prezioso tesoro della Chiesa cattolica nell’America Latina”.

In Argentina, sin da giovanissimo, a Bergoglio è rimasta impressa la pietà popolare. Che poi ha alimentato per tutto il corso della sua vita.

Il venerdì santo

Quelle feste religiose vissute dando la mano a sua nonna gli restarono nel cuore: “Mi ricordo delle processioni alle quali mi portava, soprattutto quella di Santa Rosa alla quale andavamo sempre. Ogni venerdì santo quando la nonna ci portava alla processione con le fiaccole e alle processioni di Maria Ausiliatrice. Da piccolo partecipavo alla pietà popolare”.

Tags:
papa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
medjugorje
Gelsomino Del Guercio
Cosa sono i “segreti” di Medjugorje? Che messaggi nascondono?
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
POPE JOHN PAUL II
Paola Belletti
Wojtyla affrontò il problema della frigidità sessuale femminile
7
ANGELICA ABATE
Annalisa Teggi
Quando il miracolo non è la guarigione ma una voce innamorata del...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni