Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 25 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Aleteia logo
home iconNews
line break icon

Per suore e religiose troppo lavoro nero, denuncia L’Osservatore Romano

NUNS

Shutterstock | Deman

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 05/10/21

Il mensile "Donne Chiesa Mondo": nei rapporti delle suore con i loro datori di lavoro c'è stato un offuscamento dei "confini". Molte religioso sono a rischio depressione

Troppo lavoro nero per le suore: la denuncia arriva dagli organi di stampa del Vaticano. Segretarie, infermiere, insegnanti ma anche badanti e colf: le religiose sono spesso al servizio di cardinali, diocesi, parroci, scuole e cliniche cattoliche. Ma il loro lavoro in molti casi non è considerato tale.

Non ci sono orari, contratti, diritti. La denuncia di una situazione abbastanza diffusa ma tenuta normalmente sotto tono arriva dal mensile dell’Osservatore RomanoDonne Chiesa Mondo‘.

Il numero di ottobre è dedicato alla vita delle suore e il giornale del Papa ha scelto di puntare i fari su questa realtà, dopo aver denunciato in passato anche il fenomeno degli abusi, di autorità e sessuali, che si consumano nei conventi (Ansa, 2 ottobre).

“Ma se non ti curi di te, puoi finire in burn-out”

«Nei rapporti delle suore con i loro datori di lavoro c’è stato un offuscamento di quelli che io chiamo i confini. E’ una questione che dobbiamo affrontare». A parlare così, nell’intervista al mensile femminile del giornale vaticano, è Maryanne Loughry, suora della Misericordia, docente al Boston College e consulente del Centro dei Gesuiti per i Rifugiati.

«Conosco suore che vanno a lavorare, poi tornano nella congregazione  e  devono occuparsi delle sorelle più anziane, cucinare…non hanno vita privata o momenti di riposo. Se non ci prendiamo cura di noi, anche con un aiuto psicologico, non possiamo prenderci cura delle persone intorno a noi con l’energia necessaria. Non è facile, perché le religiose pensano di doversi  curare solo degli altri. Ma se non ti curi di te, puoi finire in burn-out, arrabbiata, depressa…Se dici ad alta voce che c’è un problema, che hai  bisogno di aiuto per cucinare, tutti sanno che c’è un problema. Se te lo tieni dentro, magari fai tutto. Ma sei più arrabbiata. E non viene bene».

L’indipendenza economica delle suore 

«E’ ormai acclarato – afferma Grazia Villa, avvocata per i diritti della persona – che la mancanza di indipendenza economica rappresenta il maggiore ostacolo che impedisce alle donne di sottrarsi a situazioni di violenza». 

Nelle recenti disposizioni introdotte da Papa Francesco, recepite anche da alcune Conferenze episcopali, spiega Villa, «si individua la categoria di persona vulnerabile, ampliando il significato contenuto in altri testi e derivato dalle interpretazioni canoniste finora vigenti sui delitti contro il sesto comandamento». 

Al paragrafo 2 dell’art.1 del Motu Proprio del 26 marzo 2019 “Sulla protezione dei minori e delle persone vulnerabili“, si definisce vulnerabile  «ogni persona in stato d’infermità, di deficienza fisica o psichica, o di privazione della libertà personale che di fatto, anche occasionalmente, ne limiti la capacità di intendere o di volere o comunque di resistere all’offesa».

«Il Vaso di Pandora, già crepato dalla forza di alcune donne coraggiose – conclude l’avvocato – a volte appoggiate da superiore libere, si è rotto», e «ha spinto un Papa a chiamare “lupi” i suoi “confratelli” predatori. Ma la strada è molto lunga».

CLICCA QUI PER ACCEDERE A “Donne Chiesa Mondo”.

Tags:
suore
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
medjugorje
Gelsomino Del Guercio
Cosa sono i “segreti” di Medjugorje? Che messaggi nascondono?
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
POPE JOHN PAUL II
Paola Belletti
Wojtyla affrontò il problema della frigidità sessuale femminile
7
ANGELICA ABATE
Annalisa Teggi
Quando il miracolo non è la guarigione ma una voce innamorata del...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni