Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 23 Ottobre |
San Giovanni da Capestrano
Aleteia logo
home iconArte e Viaggi
line break icon

Perché gli orologi della basilica di San Pietro segnano ore diverse?

vatican

Shutterstock | Hunterframe

Maria Paola Daud - pubblicato il 04/10/21

Non passano inosservati i due enormi orologi sulla facciata della basilica di San Pietro, realizzati nel 1785 da Giuseppe Valadier

Sulla facciata della basilica di San Pietro spiccano due enormi orologi realizzati nel 1785 da Giuseppe Valadier. Se fate attenzione, sembrerebbe che uno non funzioni, e perfino che abbia perso una delle lancette, ma in realtà funzionano perfettamente e indicano la stessa ora.

Com’è possibile?

Semplicemente perché seguono due misure diverse.

L’orologio di sinistra, soprannominato “Oltremontano” (al di là del monte), indica l’ora nel modo che tutti conosciamo, diviso in 24 ore, ovvero con il metodo francese.

VATICAN

L’orologio di sinistra ha invece un’unica lancetta che attraversa tutta la struttura in diagonale e indica l’ora in “corsivo”, il cosiddetto sistema italico, il più usato fino al 1797.

Questo tipo di misurazione inizia al tramonto, e il termine della 24ma ora si verifica al tramonto successivo.

Il conto secondo l’ora italica inizia al tramonto di ogni giorno, ovvero alla XII ora (verso le 18.00), e termina al tramonto del giorno dopo.

In questo modo, l’ora III corrisponderà alle 21.00 o alle 9.00 durante la giornata, la VI alle 12.00 o alle 24.00, la IX alle 15.00 o alle 3.00.

A cosa serviva l’ora italica?

Nella vita quotidiana dell’epoca, l’ora in corsivo permetteva di illustrare immediatamente le ore di luce che rimanevano nella giornata. Bastava sottrarre l’ora indicata sull’orologio alle 24.

Se l’orologio indicava 8, si sottraeva 8 al 24 e il risultato, 16, erano le ore restanti di luce. Sapere quante ore di luce rimanevano nella giornata era decisivo all’epoca per il lavoro, il commercio e la vita in generale, non esistendo l’illuminazione elettrica come oggi.

  • 1
  • 2
Tags:
san pietro
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
SQUID GAME, NETFLIX
Annalisa Teggi
Squid game, il gioco al massacro è un mondo senza misericordia
7
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni