Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 05 Dicembre |
San Giovanni Damasceno
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Tônio Tavares, padre felice e orgoglioso di 46 figli

TONIO

comunidadejesusmenino.org.br

Jorge Martínez Lucena - pubblicato il 28/09/21

“Sono andato a chiederne conto a Dio, e mi ha risposto di andare a vivere con loro”

Antonio Tavares è il fondatore della Comunidad Jesús Menino (Comunità Gesù Bambino), che si occupa dell’adozione di bambini disabili abbandonati dai genitori. Molti di loro hanno paralisi cerebrale, malattie e malformazioni derivanti da tentativi di aborto falliti.

Insieme ai 46 figli che ha adottato, ha già offerto testimonianze in tre Giornate Mondiali della Gioventù. Sono stati benedetti da Giovanni Paolo e da Benedetto XVI, e sono già stati ricevuti in 7 occasioni da Papa Francesco.

Prossimamente si aprirà una casa a Porto (Portogallo), dove si inizierà ad adottare bambini portoghesi con le stesse caratteristiche, sperando poi di arrivare al resto dell’Europa.

Abbiamo intervistato Tônio quando è venuto a Barcellona perché due dei suoi figli si sottoponessero a un trattamento medico specializzato. Hanno approfittato dell’occasione per raccontare la loro esperienza all’Universitat Abat Oliba CEU e all’Hospital de Campaña della parrocchia di Sant’Anna.

In cosa consiste la Comunità Gesù Bambino?

Adoriamo il Bambino Gesù nella forma di questi miei figli, che per me sono una grazia. Siamo un gruppo formato da laici celibi, giovani sacerdoti e famiglie collaboratrici, viviamo in case vicine e ci aiutiamo a prenderci cura dei bambini che sono stati abbandonati, molti dei quali vittime dell’aborto.

In Brasile abbiamo una comunità a Petrópolis, dov’è iniziato tutto, in cui ho adottato 46 bambini, molti dei quali sono ormai maggiorenni, e un’altra a Brasilia, dove i miei figli sono 36.

Cosa succede in queste case?

Ci aiutiamo tutti a prenderci cura di questi bambini, che sono molto dipendenti e hanno bisogno di tante cure, e che non smetteranno mai di essere bambini. Il nostro desiderio e la nostra missione è trasformarci nella copia di Giuseppe e Maria sulla Terra.

Ci prendiamo cura dei miei figli come se fossero il Bambino Gesù. Per questo, la nostra vita è centrata soprattutto sulla preghiera e sul lavoro. Le nostre case sono piene di silenzio.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
adozionedisabili
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni