Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 27 Febbraio |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Enrico Ruggeri: nella grotta di Lourdes ho percepito una vibrazione unica

enrico-ruggeri.png

Creative Commons CC0 1.0 Universal Public Domain Dedication.

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 16/09/21

Il cantautore e quella fede “non perfetta”: vado poco a messa, ma credo nell’aldilà

Enrico Ruggeri, noto artista del panorama musicale italiano, è intervenuto sulle colonne del quotidiano La Verità (28 agosto), raccontando, tra le altre cose, il suo rapporto con la fede e la sua esperienza nella grotta di Lourdes

«Vi ho percepito una vibrazione particolare, diversa rispetto a qualsiasi altro posto del mondo. Avendo visto le bancarelle e il merchandising ero un po’ prevenuto, ma, una volta dentro la grotta, capisci che non sei in un posto come gli altri. C’erano anche Gianni Morandi eAdriano Celentano…».

LOURDES

15 anni fa 

Quella visita a Lourdes di Enrico Ruggeri risale a circa quindici anni fa e fu vissuta anche alla presenza di Claudia Mori, con il cantautore che ricorda in modo particolare come sia stato soprattutto Celentano a rimanere toccato da quanto visto (Il Sussidiario, 28 agosto). 

“Un rapporto intimo con Dio”

Ruggeri si definisce «credente, anche se, regola alla mano, non sono un esempio» poiché non riesce ad molto praticante.

Ma perchè tanta autocritica rispetto al suo rapporto con la fede? «Penso che la fede sia una questione molto personale, un rapporto intimo con Dio. Poi ritengo che ogni persona abbia una inclinazione, una ispirazione verso il trascendente, dimensione che non possiamo negare o sminuire. La vita, senza questa dimensione verticale, sarebbe molto piatta ed anche senza speranza. Indubbiamente mi assalgono i momenti del dubbio e della incertezza, ma alla fine rimango della idea che qualcosa di maggiormente grande dopo di noi esiste. Una vita terrena senza la speranza di una esistenza maggiore mi pare piatta e persino contrassegnata dal materialismo, cosa che non approvo» (La Fede quotidiana, 2015).

“Una Chiesa ispirata ai francescani e al Vangelo”

Il suo giudizio su Papa Francesco «io non sono uno specialista della materia, o un teologo, men che meno uno che la studia, ma la sensazione che ho  parla di una persona semplice, alla mano, anche pulita che vuole portare nella Chiesa maggiore attenzione agli ultimi, ai poveri, a chi soffre. Insomma una Chiesa che sia davvero ispirata a valori francescani e del Vangelo. Non so alla se fine riesca in questa impresa che trovo difficile, ma ci sta provando, e trova degli ostacoli».

Tags:
lourdes
Top 10
See More