Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 21 Febbraio |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Ostie insanguinate a Buenos Aires: un miracolo eucaristico?

WEB-Catolick-CLICK-Facebook-4×2-1.jpg

Catolick CLICK | Facebook

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 09/09/21

La diocesi è prudente e per ora smentisce che si tratta di un prodigio. Il vescovo ha ordinato una indagine più approfondita

Una foto di un presunto miracolo eucaristico è recentemente diventata virale su Facebook. I parrocchiani di St. Vincent de Paul a Hurlingham, Buenos Aires, Argentina, hanno affermato che un coagulo di sangue si è formato sulle ostie dopo la messa dello scorso 30 agosto.

“Alle 18 il miracolo è stato completato”

Il post sulla loro pagina facebook recita:

“Questo miracolo è avvenuto nella parrocchia di San Vincenzo de’ Paoli… il 30 agosto. Alcune ostie sono cadute a terra e due uomini incaricati di pulire la parrocchia hanno informato il sacerdote. Ordinò loro di metterlo in un bicchiere con acqua finché non si fossero dissolti”.

“Il giorno dopo, (31 agosto), hanno pulito di nuovo la parrocchia”, continua il post. “Hanno cercato un bicchiere e non potevano credere a ciò che vedevano i loro occhi. L’acqua era rosa e alle 15:00 è diventata più densa con un coagulo di sangue. Alle 18:00 il miracolo è stato completato”. 

La diocesi: “Ostie non consacrate”

Il sacerdote ha affidato il miracolo al vescovo di Morón. Il portavoce diocesano fr. Martín Bernal ha affermato che il parroco non ha consacrato le ostie e che l’incidente “non è in alcun modo un miracolo eucaristico”.

Il comunicato stampa tradotto del 4 settembre recita: “Di fronte alle versioni di un presunto miracolo eucaristico che si sarebbe verificato il 31 agosto di quest’anno, il vescovo di Morón, padre Jorge Vázquuz, afferma attraverso la testimonianza del sacerdote che quel giorno celebrò la messa che non sarebbe in alcun modo un miracolo eucaristico, poiché le ostie a cui si riferiscono gli audio ei testi non erano consacrate da nessun sacerdote, ma venivano lasciate cadere prima di essere presentate nelle offerte.

La posizione del vescovo 

“Queste ostie – si legge nel comunicato – sono state conservate in un sacchetto di plastica, e poi sono state messe in acqua per dissolverle, come è consuetudine in questi casi. Tuttavia, per la tranquillità di tutti, il Vescovo ha già avviato le relative indagini e l’analisi di dette ostie verrà effettuata in laboratorio” (churchpop.com, 8 settembre).

Tags:
miracoli eucaristici
Top 10
See More