Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 25 Settembre |
San Cleopa
home iconArte e Viaggi
line break icon

Sant’Elena e le reliquie della Passione di Cristo

SAINT HELENA

Public domain

Maria Paola Daud - pubblicato il 19/08/21

La storia deve molto alla madre di Costantino: si è recata a Gerusalemme e ha trovato il Golgota, sepolto sotto un tempio pagano

Flavia Giulia Elena proveniva da una famiglia plebea, era sposata con il militare Costanzo e venne ripudiata per motivi politici nel 292. In questo modo, Costanzo poté sposare la figliastra di Massimiano, e così si stabilì la parentela imprescindibile tra i membri della tetrarchia per poter governare Roma.

Quando suo figlio Costantino sconfisse il rivale Massenzio nella famosa battaglia di Ponte Milvio, divenne padrone assoluto dell’impero. L’onore di Elena venne riabilitato, e lei ricevette il titolo più alto a cui potesse aspirare una donna, «Augusta».

La madre Elena giocò un ruolo fondamentale nella vita di Costantino, ed è forse stata lei a contribuire alla conversione, proprio prima di morire, di suo figlio.

Nella nuova era del cristianesimo, Elena fu testimone di un grande fervore religioso, compiendo buone opere e costruendo le famose basiliche sui luoghi sacri.

Grazie a lei si possono custodire e venerare molte reliquie sacre. Tra le più importanti ci sono quelle relative alla Passione di Nostro Signore Gesù Cristo:

La santa Croce

Socrate Scolastico (n. circa 380) racconta come Elena fece distruggere un tempio pagano. Su di esso c’era un sepolcro, e vi trovò tre croci e il “Titulus Crucis”. Per riconoscere quale fosse quella autentica, le avvicinò a una donna moribonda che venne curata miracolosamente subito dopo il contatto con la “vera Croce”.

La croce, insieme a due spine della corona e a frammenti della grotta della Natività e del Santo Sepolcro, si trova a Roma, nella basilica di Santa Croce in Gerusalemme.

Titulus crucis

Nella basilica di Santa Croce in Gerusalemme si trova anche il “Titulus Crucis”, la tavola con le iscrizioni in tre lingue – ebraico, greco e latino – che indica la motivazione della condanna a morte di Cristo.

L’iscrizione in ebraico ha diverse interpretazioni, mentre è più esplicita in greco – IS NAZARENUS B[ASILEUS TVN IOUDAIVN] – e in latino, I. NAZARINVS RE[X IVDAEORVM] (Gesù nazareno, re dei Giudei).

  • 1
  • 2
Tags:
reliquie
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
5
Gelsomino Del Guercio
Scandalo droga e festini gay con il prete: mea culpa del vescovo ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni