Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 26 Settembre |
San Cleopa
home iconFor Her
line break icon

KnoNap: violentata a 24 anni, Danya crea un fazzoletto anti-stupro

https://youtu.be/Ts0E6UNEjQk

Giovanna Binci - pubblicato il 26/07/21

Dopo aver subito uno stupro, Danya Sherman, 24 anni, crea una start up che produce un fazzoletto per rilevare la presenza di sostanze stupefacenti nei cocktail e salvare altre ragazze. Una storia di dolore e di come attraversarlo per uscirne liberate.

Possiamo usare il dolore come scusa, per infliggere altro dolore o per toglierci dalla responsabilità di dover fare la cosa giusta anche se nella speranza di smettere di soffrire o di cancellare tutto.

Quante volte ho sentito usare quella dello stupro come giustificazione all’aborto, ad esempio. Dietro a quei “ha già sofferto abbastanza”, “sarebbe come vedere l’immagine di chi le ha fatto del male tutti i giorni”, “non è voluto” c’è tanto dolore e, purtroppo, nessuna via di uscita con l’interruzione di gravidanza.

Possiamo moltiplicare il dolore per sentirci meno soli nella sofferenza.

Restarci intrappolati.

Trasformarlo in rabbia, risentimento, vendetta. È giusto, normale e parte di ogni percorso di guarigione attraversare tutti questi sentimenti, senza rinnegarli o peggio tacere le domande che portano con sé, per tutto il tempo necessario. Ciò che conta è non smettere di puntare alla vera meta: una nuova serenità.

Il dolore di Danya, stuprata a 24 anni

Danya Sherman, studentessa americana di  24 anni, porterà per sempre, dentro di sé, la sofferenza della notte in cui è stata stuprata da un conoscente. È in Spagna per una esperienza universitaria all’estero. Una sera in un locale le viene offerto un cocktail con all’interno una sostanza stupefacente. Lei beve ignara di tutto e quella notte viene violentata

View this post on Instagram

A post shared by Danya Sherman (@danya_sherman)

Danya poteva usare quel dolore in molti modi: ha deciso di guardarlo in faccia, di parlarne con altre amiche superando la vergogna per scoprire che quell’orrore era un qualcosa di molto più comune di quanto pensasse. Ha preso quella violenza e ne ha fatto qualcosa per tutte le donne. Questa sì che è solidarietà femminile e davvero empowering.

Il suo gesto non cancellerà mai la sofferenza del ricordo, quella fitta allo stomaco che le prenderà come un dejavu bevendo un drink in qualche altro locale magari. Una cosa è certa però: fin quando restiamo prigionieri del dolore, fin quando lo usiamo come scudo o come scusa, i nostri carnefici ci staranno ancora stuprando. Saremo ancora in quel bar, vittime inconsapevoli di una sofferenza narcotizzante che non ci permette di vivere. 

KnoNap, per proteggere le donne

Danya ha trasformato uno dei tanti fazzoletti su cui avrà versato lacrime amare e dolorose nello strumento di salvezza per molte altre ragazze. 

KnoNap è la start up fondata da questa studentessa della George Washington University che realizza un fazzoletto in grado di rilevare la presenza di stupefacenti all’interno delle bevande. Basta bagnarlo e attendere che cambi colore per sapere se il cocktail contiene o meno della droghe. 

L’obiettivo, spiega la CEO in un video, era quello di creare qualcosa di discreto, che permettesse di non rinunciare al “benessere sociale” né alla sicurezza: ecco il perché di un comune e semplice tovagliolo bianco. Tanto semplice da essere scambiato per una salvietta normale e dal costo così competitivo da poter essere sostituito a quelli classici in molti bar senza esborsi esagerati per i proprietari dei locali.

Danya Sherman e la sua impresa sono state inserite nella classifica Forbes dei 30 under 30 Social Entrepreneurs

Lei è riuscita non solo a guardare a sé stessa, ma a vedere oltre la sua storia, quella su cui spesso ci si ripiega ancora di più in questi casi, perdendo il contatto anche con la realtà. Invece di chiedersi perché nessuno ci fosse stato per lei, questa ragazza ha deciso, seppur ferita, di prendersi cura di altre donne. Nessuno ha protetto lei dallo stupro, ma oggi, grazie a quel dolore, qualche altra ragazza non subirà la stessa violenza

Più comune di quanto si pensi

Nei campus universitari americani, quella dello stupro è una piaga molto diffusa.

Anche in Italia i dati ISTAT non disegnano una situazione più rosea. Sono 4 milioni 520 mila le donne tra 16 e 70 anni ad aver subito violenza sessuale. Il 5,4% (1 milione 157 mila) nelle forme più gravi tra cui lo stupro (652 mila) e il tentato stupro (746 mila).

Non c’è un motivo al dolore, di qualunque forma, ma possiamo trovare proprio nel dolore un motivo per andare avanti. Per non restare vittime in eterno e persino per proteggere gli altri dalla stessa sofferenza. 

Tags:
stupro
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
5
Gelsomino Del Guercio
Scandalo droga e festini gay con il prete: mea culpa del vescovo ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
SLEEPING
Cecilia Pigg
7 modi in cui i santi possono aiutarvi a dormire meglio di notte
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni