Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 29 Novembre |
San Francesco Antonio Fasani
Aleteia logo
Cultura
separateurCreated with Sketch.

Il documento del Concilio Vaticano II da non perdere

Sacred Liturgy

Calamity Jane | Shutterstock

Philip Kosloski - pubblicato il 22/07/21

Per comprendere il Vaticano II è importante leggerne i documenti, come la costituzione sulla liturgia

Il Concilio Vaticano II resta uno degli eventi più fraintesi nella storia della Chiesa cattolica. Molti ne parlano, ma pochi sanno cos’è scritto nei documenti conciliari.

È un peccato, perché questi documenti offrono un progetto di rinnovamento della Chiesa che deriva organicamente dal passato e non rivelano una “rottura” totale con la tradizione, come molti sostengono, ma una comprensione molto più ricca della vita ecclesiale.

Linee guida per il rinnovamento della liturgia

Ad esempio, nellaSacrosanctum Concilium, il documento conciliare sulla liturgia, ci sono delle linee guida che indicano come si dovesse verificare questo rinnovamento:

“Non si introducano innovazioni se non quando lo richieda una vera e accertata utilità della Chiesa, e con l’avvertenza che le nuove forme scaturiscano organicamente, in qualche maniera, da quelle già esistenti”.

SC, 23

Il documento spiega anche che il rinnovamento della liturgia dovrebbe realizzarsi sul tema della “nobile semplicità”:

“I riti splendano per nobile semplicità; siano trasparenti per il fatto della loro brevità e senza inutili ripetizioni; siano adattati alla capacità di comprensione dei fedeli né abbiano bisogno, generalmente, di molte spiegazioni”.

SC, 34

Promozione della formazione liturgica dei laici

Il documento sottolinea inoltre che i fedeli laici devono essere istruiti sulla bellezza della liturgia e sul ruolo importante che hanno nella Messa:

“I pastori d’anime curino con zelo e con pazienza la formazione liturgica, come pure la partecipazione attiva dei fedeli, sia interna che esterna, secondo la loro età, condizione, genere di vita e cultura religiosa. Assolveranno così uno dei principali doveri del fedele dispensatore dei misteri di Dio. E in questo campo cerchino di guidare il loro gregge non solo con la parola ma anche con l’esempio”.

SC, 19

I fedeli devono sapere come partecipare attivamente alla liturgia, a livello sia interiore che esteriore.

Ciò richiede uno studio attento della storia della liturgia, delle sue radici bibliche e di come i fedeli partecipino alla Messa.

Se volete comprendere davvero il Vaticano II, iniziate leggendone i documenti e scoprendo il ricco rinnovamento presentato dalla Chiesa che viene ancora implementato quasi 60 anni dopo.

Tags:
concilio vaticano iidocumentoliturgia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni