Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 25 Luglio |
San Giacomo il Maggiore
home iconNews
line break icon

Dopo il vaccino anti-Covid, il corpo non produce proteina S a livello indefinito

Halfpoint/Shutterstock

Catholic-factchecking.com - pubblicato il 16/07/21

Falso quanto si afferma in un video in circolazione sui social media

Una persona ha registrato e messo in circolazione sui social media un video in cui avverte che nessuno sa per quanto tempo il corpo produrrà la proteina S dopo aver ricevuto un vaccino a m-RNA, e che questo fatto rappresenta un rischio per le persone vaccinate. Si tratta di un’affermazione falsa. 15 giorni dopo la prima dose di vaccino, la proteina S non viene più individuata nel corpo, e nel caso in cui la produzione non si interrompesse mai, questo sarebbe positivo per l’immunizzazione della persona vaccinata.

“La domanda è: per quanto le nostre cellule produrranno la proteina spike? La risposta è che nessuno lo sa”, si afferma.

Nel video, la persona in questione parla di come funzionino i vaccini Pfizer e Moderna, realizzati con RNA messaggero, che sono quelli che iniettano nel corpo la parte del materiale genetico del virus SARS-CoV-2 che cofidica la proteina S, presente nel SARS-CoV-2, perché il corpo sviluppi l’immunità. Questo materiale genetico o RNA messaggero, che è molto fragile, è avvolto in capsule lipidiche (una sorta di “piccole palline grasse”) che lo proteggono nel suo viaggio verso la cellula, dove il materiale genetico viene “letto” perché quelle cellule imparino a produrre la proteina. Secondo il video, nessuno sa quando si fermerà questo processo di produzione.

“Non è così”, ha riferito Jaime Jesús Pérez, medico e membro dell’Associazione Spagnola di Vaccinazione (AEV dalle iniziali in Spagnolo), a Verificat. Anche se il numero esatto di giorni non è noto (c’è ben poca letteratura scientifica al riguardo), si stima che al massimo si tratti di poche settimane, “come accade con altre proteine che produce il corpo stesso”, spiega l’Infectious Diseases Society of America (IDSA).

Studio pilota

Uno studio pilota su 13 pazienti, pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases, ha indagato sulla produzione dell’antigene (un agente estraneo che entra nel corpo, in questo caso la proteina S) dopo la vaccinazione Moderna. Lo studio ha rivelato che se livelli individuabili di antigene sono già presenti nel corpo il giorno dopo la vaccinazione, 14 giorni dopo l’iniezione la maggior parte dei pazienti non mostra più alcuna traccia dell’antigene S1, una delle parti della proteina S.

La proteina completa segue lo stesso modello, diventando inidentificabile dopo 15 giorni dalla somministrazione della prima dose, secondo lo stesso studio.

“Il fatto che la proteina S resti [nel corpo] in modo permanente è una fantasia a favore dell’effetto del vaccino”, afferma l’esperto, visto che “la risposta immunitaria verrebbe mantenuta e non ci sarebbe un calo di anticorpi”. L’immunizzazione a lungo termine fornita dal vaccino è ancora in fase di studio, come sottolinea l’Istituto per la Salute Globale (ISGlobal in Catalano) sul suo sito web.

  • 1
  • 2
Tags:
bufale sul webfake newsTutto sui vaccini anti COVID-19
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
5
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
6
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
7
PILGRIMAGE,ROME
Giovanni Marcotullio
Lo stato della questione sulla Messa in “rito antico”
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni