Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 25 Luglio |
San Giacomo il Maggiore
home iconSpiritualità
line break icon

La profonda devozione eucaristica di Santa Kateri

Nheyob CC

Philip Kosloski - pubblicato il 15/07/21

La santa nativa americana era ansiosa di ricevere la Comunione, perché rinfocolava la fiamma del suo amore per Gesù


Santa Kateri Tekakwitha, “Giglio dei Mohawk”, era profondamente attratta dalla religione cristiana, e dopo essersi convertita al cristianesimo dedicò tutta la sua vita ad approfondire il suo rapporto con Gesù.

In particolare, nutriva una speciale devozione per Gesù nell’Eucaristia.

Secondo la biografia del XIX secolo The Life and Times of Kateri Tekakwitha, aspettava con ansia il giorno della sua Prima Comunione.

“[Kateri] si accostò per la prima volta nella sua vita alla Santa Eucaristia con un grado di fervore proporzionale alla reverenza che aveva per questa grazia e alla forza con cui desiderava ottenerla”.

Ricevette la Prima Comunione il giorno di Natale, e da allora colse ogni opportunità per ricevere Gesù nell’Eucaristia. Il suo esempio religioso era fonte di ispirazione per molti, che volevano starle vicino quando riceveva la Comunione.

“Ogni volta che c’era una Comunione generale tra gli Indiani a Sault, i neofiti più virtuosi si sforzavano di starle vicino, perché dicevano che la sola vista di Kateri serviva loro come eccellente preparazione a una degna Comunione”.

Il sacerdote gesuita che la seguiva ha scritto dell’amore e della devozione che aveva per l’Eucaristia:

“Kateri nutriva una devozione grande e speciale sia per la Passione del nostro Salvatore che per la Santa Eucaristia. Questi due misteri dell’amore dello stesso Dio nascosto sotto il velo dell’Eucaristia e la Sua morte sulla croce occupavano incessantemente il suo spirito e accendevano nel suo cuore le più pure fiamme d’amore. Un giorno, dopo aver ricevuto la Santa Comunione, fece un’oblazione perpetua di offrire solennemente il suo corpo a Gesù appeso sulla croce e la sua anima a Gesù nel Santissimo Sacramento dell’altare”.

La sua devozione all’Eucaristia resta una fonte di ispirazione, e ci mostra come il mistero dell’Eucaristia possa trasformare radicalmente la nostra vita.

Tags:
devozioneeucaristiasanti e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
5
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
6
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
7
PILGRIMAGE,ROME
Giovanni Marcotullio
Lo stato della questione sulla Messa in “rito antico”
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni