Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 19 Ottobre |
San Paolo della Croce
Aleteia logo
home iconNews
line break icon

Le persone vaccinate non hanno “una possibilità dell’885% in più di morire” per la variante Delta rispetto a quelle non vaccinate

VACCINE

Mongkolchon Akesin | Shutterstock

Catholic-factchecking.com - pubblicato il 14/07/21

Il documento che circola su Whatsapp e riferisce questo dato è fuorviante

Su Whatsapp sta circolando un articolo secondo il quale “le persone che hanno ricevuto due dosi del vaccino contro il Covid-19 hanno una percentuale dell’885,7% in più di morire per la variante Delta rispetto a quelle che non sono state vaccinate”.

È un dato fuorviante, ricorda Catholic Factchecking.com.

In primo luogo sarebbe in realtà l’862,5%, ma in ogni caso il testo non tiene conto della probabilità di morire nei gruppi di età vaccinati, che sono anche quelli più anziani, rispetto a quelli non vaccinati, composti perlopiù da persone giovani.

“Questi dati, pubblicati dal Servizio Sanitario Pubblico in Inghilterra, mostrano che le persone che hanno ricevuto due dosi del vaccino contro il Covid-19 hanno una percentuale dell’885,7% in più di morire per la variante Delta rispetto a quelle che non sono state vaccinate”.

Il link segnalato da alcuni sottolinea una serie di dati pubblicati in precedenza dal Servizio Sanitario Pubblico (tabella 4), che mostrano che dei 53.822 casi confermati di infezione da Covid con variante Delta (più contagiosa delle altre, ma non necessariamente più letale) nelle persone non vaccinate ne sono morte 44. “Ciò rappresenta lo 0,07% dei casi confermati in persone non vaccinate”, nota il documento. In realtà sarebbe lo 0,08%, se si svolgesse l’operazione matematica in modo corretto.

Subito dopo, si passa allo stesso rapporto ma rispetto alle persone che hanno completato il processo di vaccinazione: “Dei 7.235 casi confermati di infezione da Covid-19 con variante Delta, […] 50 sono morte. Ciò rappresenta lo 0,69% dei casi confermati nelle persone che hanno completato il ciclo di vaccinazione”. Si conclude quindi che “le persone che hanno ricevuto due dosi del vaccino contro il Covid-19 hanno l’885,7% di possibilità in più di morire per via della variante Delta rispetto a quelle non vaccinatte”.

Questo dato è poco accurato e fuorviante: dividendo 0,69 per 0,08 e moltiplicandolo per 100 si ottiene 862,5%.

L’età dei deceduti

Nonostante il rapporto sia vero se si paragonano le due percentuali, si ignorano poi elementi decisivi come l’età delle persone vaccinate: “Effettivamente, la percentuale di decessi per la variante Delta tra le persone vaccinate è più elevata rispetto a quella dei decessi tra persone non vaccinate”, ha affermato Adelaida Sarukhan, immunologa e autrice scientifica presso l’Istituto per la Salute Globale (ISGlobal, in Catalano) di Barcellona, a Verificat.

L’immunologa ha tuttavia ricordato che “la priorità nelle vaccinazioni è stata data alle persone con una salute più fragile (anziani e chi presenta comorbidità)”. Per questo, ha aggiunto, “le persone che hanno concluso il ciclo di vaccinazioni nel Regno Unito includono le fasce di popolazione più vulnerabili”. L’esperta ha anche sottolineato che tutti i 50 decessi di persone vaccinate sono avvenuti tra individui con più di 50 anni.

Il 7 luglio 2021, il 50% della popolazione britannica aveva completato il ciclo di vaccinazione. Ciò significa che l’altra metà della popolazione non lo ha ancora fatto, e si tratta perlopiù delle fasce più giovani, che hanno anche un rischio più basso di morire di Covid o di una delle sue varianti.

Un altro aspetto su cui essere chiari, conclude l’immunologa, è che “per semplice probabilità, più ci sono persone vaccinate in una popolazione, più ci si aspetta che si verifichino infezioni e morti nel gruppo vaccinato rispetto a quello non vaccinato, perché nessun vaccino è efficace al 100%.

Dal documento britannico si possono trarre conclusioni come il fatto che i vaccini sono efficaci anche sulla variante individuata per la prima volta in India: “Se ci si concentra sugli altri numeri della tabella – infezioni, ricoveri o terapia intensiva –, è ovvio che i vaccini stiano lavorando molto bene contro la variante Delta”, indica l’immunologa.

Ad esempio, nel Regno Unito quasi 9 infezioni su 10 (l’88%) si sono verificate in persone non vaccinate, e “solo il 5% delle persone vaccinate è finito in terapia intensiva (contro il 23% di quelle non vaccinate”.

Tags:
bufale sul webfake newsTutto sui vaccini anti COVID-19
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
6
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
7
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni